VaccinInQuartiere: a Palermo parte dall'Arenella la vaccinazione in camper :ilSicilia.it
Palermo

l'annuncio

VaccinInQuartiere: a Palermo parte dall’Arenella la vaccinazione in camper

di
22 Luglio 2021

Portare il vaccino alla gente sempre più vicino casa: può essere la strada vincente se, col caldo che scoraggia e la prospettiva seducente del mare, specie in alcune giornate, i centri vaccinali perdono appeal. Si chiama #VaccinInQuartiere la nuova iniziativa del commissario all’emergenza Covid di Palermo, Renato Costa, per accorciare ancora le distanze tra il vaccino e le persone, inviando loro squadre di giovani medici e infermieri per immunizzare a due passi da casa.

Martedì 27 luglio, dalle 10 alle 18, il camper della struttura commissariale, con a bordo i medici Usca, farà tappa all’Arenella, nel cuore del quartiere. Chi vorrà si potrà vaccinare a piazza Tonnara, nei locali della gelateria Dolce Brivido, che li ha gentilmente messi a disposizione. Basterà prenotarsi a questo link: https://fiera.asppalermo.org/site/hub/108, portare con se la tessera sanitaria e un documento d’identità. Nient’altro. Possono immunizzarsi tutti coloro che hanno dai 12 anni in su (compiuti), sia che debbano ancora ricevere la prima dose, sia che aspettino la seconda (purché sia rispettata la tempistica tra una dose di vaccino e l’altra).

L’ufficio del commissario alla gestione dell’emergenza Covid nella Città metropolitana di Palermo sta mettendo in campo tutte le sue idee ed energie per rendere il vaccino sempre più rapido e comodo. Se non tutti possono venire ai centri vaccinali, non per questo devono rinunciare a proteggere se stessi e i loro cari.

“Andiamo noi da loro – dichiara il commissario Costa –. Lo abbiamo già fatto, con la campagna che ci ha portato nelle periferie a vaccinare chi era più in difficoltà. Ora lanciamo questo esperimento nei quartieri, a cominciare dall’Arenella, e lo estendiamo a tutti coloro che abitino nella zona, che passino di lì, che vogliano prenotarsi e venire. L’ambizione sarebbe quella di fare lo stesso, pian piano, in altri quartieri di Palermo, sperando sempre che i contagi restino contenuti, in modo tale da poter continuare a destinare le Usca al potenziamento della campagna vaccinale. Stiamo facendo tutto il possibile per avvicinare il vaccino alle persone”.

A questo scopo, la struttura commissariale ha lanciato #VacciniTour, le squadre itineranti di medici e infermieri in giro per il Palermitano a cadenza giornaliera. E poi #AperiVax, la due giorni di aperitivo con vaccino: l’intenzione è di replicarla anche in altri locali della movida. Il 25 luglio, appuntamento con #NoVacciniNo[Ri]parti, la partnership con Confcommercio Palermo per vaccinare nei luoghi di lavoro; posto prescelto il ristorante-pizzeria La Braciera in Villa, a Villa Lampedusa, in via dei Quartieri 104. Dalle 18 a mezzanotte saranno vaccinati prima i dipendenti dell’attività e poi tutti i clienti che saranno lì a cena il 25 e che lo vorranno, con lo stesso sistema del qr code al tavolo già sperimentato in #AperiVax. Stasera, infine, #Vaccinarte torna al Museo archeologico regionale Antonino Salinas di piazza Olivella: biglietto di ingresso omaggio per chi si immunizza tra le meraviglie del passato (prenotazioni fino a esaurimento posti disponibili: https://www.coopculture.it/vaccinarte.cfm). Perché vaccinarsi può anche essere bello, oltreché fondamentale.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin