Varianti Covid rilevate negli animali, possono infettare i topi e non solo :ilSicilia.it

i ricercatori

Varianti Covid rilevate negli animali, possono infettare i topi e non solo

di
1 Aprile 2021

Nuove ricerche mostrano che le varianti Covid possono anche infettare gli animali. Questo nuovo sviluppo potrebbe complicare gli sforzi per frenare la diffusione globale del virus.

Finora i topi erano risultati indenni al virus SarsCoV2, ma una ricerca condotta dall‘Istituto Pasteur di Parigi dimostra che, per la prima volta, le varianti brasiliana (P.1) e sudafricana (B.1.351) riescono a contagiarli.

La scoperta indica però che “questo nuovo salto di specie aumenta la possibilità che i roditori selvatici diventino un serbatoio secondario”, dicono i ricercatori.

Inoltre, due nuovi studi, del Texas e del Regno Unito, hanno documentato infezioni di B.1.1.7 – la variante a rapida diffusione trovata per la prima volta nel Regno Unito – in cani e gatti.

Gli animali nello studio del Regno Unito avevano anche danni al cuore, ma non è chiaro se il danno sia stato causato dal virus o fosse già presente o è conseguenza dell’infezione.

“Gli studi sugli animali del coronavirus e delle sue varianti emergenti sono urgenti“, afferma Sarah Hamer, DVM, veterinaria ed epidemiologa del College of Veterinary Medicine e Biomedical Sciences della Texas A&M University a College Station.

Sebbene debba ancora essere studiata la capacità dei topi di trasmettere l’infezione, “questi risultati – scrivono i ricercatori – sollevano importanti interrogativi sui rischi che derivano da topi o altri roditori che vivano in prossimità degli esseri umani”, diventando dei serbatoi per il riassortimento del virus che potrebbero favorire in questo modo la comparsa di altre varianti.

Infatti “A questo punto, non abbiamo prove che i topi selvatici siano infetti o possano essere infettati dagli esseri umani”, ha detto Xavier Montagutelli, DVM, capo del il Mouse Genetics Laboratory presso l’Institut Pasteur, il quale ha aggiunto che “bisogna attenzionare gli animali e i segni dell’infezione”.

Sul piano della gestione sanitaria degli animali di pazienti infetti, la raccomandazione generale è di adottare comportamenti utili a ridurre quanto più possibile l’esposizione degli animali al contagio.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin