Vela: Primavista-Lauria vince la regata a Malta :ilSicilia.it
Palermo

la Rolex Middle Sea Race

Vela: Primavista-Lauria vince la regata a Malta

di
24 Ottobre 2019

Il Club Canottieri Roggero di Lauria di Palermo entra nella storia della Rolex Middle Sea Race, una delle regate più prestigiose del Mediterraneo.

Dopo avere trionfato alla “Coastal Race”, portando a casa un importante trofeo, l’imbarcazione PrimaVista Lauria dell’armatore Yachting in Sardinia ha vinto anche la classifica di classe 3 della regata di 606 miglia.

Un risultato importante per il circolo palermitano che ha visto l’equipaggio messo in piedi dallo skipper Gabriele Bruni confrontarsi con barche molto competitive, con oltre 110 i team in gara provenienti da tutto il mondo e le condizioni del mare a rendere difficili la navigazione, cosa peraltro dimostrata dall’incidente che ha visto coinvolto l’equipaggio dell’imbarcazione “Ad Maiora“, costretta al may day a seguito di un danno allo scafo di sinistra e soccorsa dalla Guardia Costiera italiana.

Primavista Lauria, velaPrimavista Lauria è stata condotta in modo impeccabileha commentato Gabriele Bruni che da terra ha seguito la regata e indicato tattiche e strategie prima della partenza -. Erano presenti le barche più forti e titolate come i vari Cookson 50, Tp 52, Volvo 70. Imbarcazioni che ci siamo lasciati alle spalle. I tre timonieri, Pietro D’Alì, Mario Noto e Duccio Colombi hanno fatto un lavoro eccellente così come il resto dell’equipaggio, tra cui anche gli altri palermitani Giuseppe Leonardi e Antonino Cangemi. Avere vinto la classifica di classe è un risultato di grande prestigio sia per la società armatrice, la Yachting in Sardinia, che per il Lauria che ha sostenuto l’evento e portato a termine con successo questo progetto lanciato in estate di puntare con questa barca alla Palermo-Montecarlo e alla Middle Sea Race e poi chiudere a dicembre con la Settimana velica”.

Dopo la vittoriosa Palermo-Montecarlo, arriva così il secondo successo per il Circolo Lauria a Malta. “È stato frutto di un grande lavoro di squadra – afferma il presidente Giorgio Matracia -. Dal deputato all’Altura, Antonio Cangemi, a Gabriele Bruni che ha lavorato in modo impeccabile alla regia di entrambe le regate, sino ai singoli componenti dell’equipaggio. Sottolineare questo successo sportivo che pone, ancora una volta, il nome del Circolo Lauria al centro delle cronache sportive internazionali è importante per ribadire come lo sport sia da noi vissuto con grande attenzione. Un’attività in cui ho creduto tanto, sin dal mio insediamento. E che adesso prende forma in questi risultati, inquesti successi”.

Ritengo che ogni socio del Club Canottieri Roggero di Lauria – afferma il direttore sportivo Maurizio Floridiadebba sentirsi orgoglioso del risultato di questo grande equipaggio. Iscrivere nell’albo d’oro della Rolex Middle Sea Race il nome del nostro circolo in una vittoria così prestigiosa, addirittura su due classi, per noi è motivo non solo di orgoglio ma anche di soddisfazione per l’impegno e per il lavoro di tutta la commissione sportiva, dei deputati dei settori dello sport, degli atleti, dei tecnici e di tutti coloro che hanno contribuito a questo grande successo. Dopo la Palermo Montecarlo, la Middle Sea Race”.

 

LEGGI ANCHE

Paura a Lampedusa: skipper costretto al may day, abbandona la regata | VIDEO

Vela: regata a Malta con Primavista-Lauria, il team tornato vincente dalla Palermo-Montecarlo

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.