Velodromo di Palermo: "Inaccettabile la stasi e il ritardo nella consegna" | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

Chiuso dal 2016

Velodromo di Palermo: “Inaccettabile la stasi e il ritardo nella consegna” | FOTO

di
5 Ottobre 2020

GUARDA LA GALLERY IN ALTO

“È inaccettabile la stasi e il ritardo nella consegna“. Così scrive il leader dell’opposizione ed esponente nazionale di +Europa Fabrizio Ferrandelli riferendosi allo stato del Velodromo di Palermo. Il quale dopo anni, doveva riaprire nel giugno 2019.

 

Stamane ho fatto una visita ispettiva a sorpresa al Velodromo. Unico impianto sportivo del meridione con queste caratteristiche. Una ricchezza per il territorio – conclude. Ho chiesto al Presidente della Commissione Garanzia e Trasparenza Cesare Mattaliano di aprire una indagine per accertare responsabilità e riavviare il progetto”.

Già lo scorso mese un altro esponente del movimento, Eduardo De Filippis, aveva chiesto all’amministrazione comunale di “fare subito chiarezza sulle responsabilità dei gravi errori di procedura e progettazione che hanno nuovamente bloccato i lavori e, soprattutto, affidi tramite un bando la gestione della struttura ai privati”.

IL VELODROMO

La struttura venne costruita tra il 1989 e il 1990 ed ebbe un costo complessivo di 17 miliardi di lire. Grandi eventi si sono tenuti al suo interno tra mondiali e concerti di artisti internazionali.

Nel marzo del 2016 le tribune del Velodromo furono giudicate inagibili e pericolanti, pertanto assolutamente inadatte per ospitare qualsiasi tipo di evento e la struttura fu di nuovo chiusa, fino ai nuovi lavori.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin