18 gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.30
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

un investimento di oltre quaranta milioni

Venduti Villa Igiea, Excelsior Palace e Grand Hotel delle Palme a Palermo. Ecco le cifre

5 novembre 2018

Si apre una fase di rilancio per tre alberghi storici di Palermo: il Grand Hotel Villa Igiea, il Grand Hotel et Des Palmes e l’Excelsior. Si è concluso infatti l’iter di vendita a completamento della procedura di dismissione dei complessi immobiliari e aziendali di proprietà di Amt Real Estate e di Acqua Marcia Turismo.

Come nelle precedenti fasi, unico advisor della procedura la divisione hospitality di Coldwell Banker Commercial. Il brand del lusso Rocco Forte & family si è aggiudicato il Grand Hotel Villa Igiea per un importo di 25.520.000 euro, operazione che segna il raddoppio del gruppo in Sicilia (la struttura si affianca al Verdura Resort di Sciacca) e rappresenta un ulteriore tassello nel programma di espansione previsto in Italia.

La trattativa di acquisto per il Grand Hotel et Des Palmes è stata conclusa dal fondo di investimento Algebris per un importo di 12 milioni, mentre la società Luxury Private Properties Srl, facente capo alla famiglia Giotti (già proprietaria del Des Etrangers di Siracusa), si è aggiudicata l’Excelsior per 8.808.000 euro.

In qualità di advisor di questa procedura di dismissione, direttamente nominata dal Tribunale di Roma, Coldwell Banker Commercial ha anche curato la vendita del San Domenico Palace di Taormina e dell’Hotel desEtrangers & SPA. Dell’intero portafoglio residua il celebre Excelsior di Catania, per il quale la liquidazione non ha ancora inteso aprire una nuova fase di dismissione.

 

Leggi anche:

Alberghi storici, ceduti Villa Igiea, Excelsior Palace e Grand Hotel delle Palme a Palermo

Palermo: al via la cessione di Villa Igiea, Hotel delle Palme e Mercure

 

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

Mafia, ladruncoli, o collezionisti seriali?

Quando si sente parlare di opere trafugate, molto spesso si pensa ad un gesto occasionale, magari a cura di balordi o inconsapevoli ladruncoli, che con poca esperienza arraffano alla meglio quello che capita sotto mano.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.