29 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 08.11

Primo tempo da dimenticare squadra senza gioco e senza tiri in porta avversaria poi il risveglio

Venezia – Palermo 1-1 occasione mancata

12 Marzo 2019

VENEZIA-PALERMO 1-1

VENEZIA (3-5-2): Vicario; Coppolaro, Modolo, Fornasier; Zampano, Pinato, Bentivoglio, Segre (86′ Schiavone), Bruscagin; Citro (75′ Di Mariano), Bocalon. A disposizione: Facchin, Lezzerini, St. Clair, Zennaro, Besea, Mazan, Lombardi, Cernuto, Vrioni. Allenatore: Cosmi

PALERMO (4-3-1-2): Brignoli; Rispoli, Bellusci, Rajkovic, Aleesami; Jajalo, Chochev (56′ Falletti), Murawski; Trajkovski (77′ Moreo); Nestorovski, Puscas. A disposizione: Alastra, Pomini, Accardi, Lo Faso, Ingegneri, Fiordilino, Szyminski, Pirrello, Haas. Allenatore: Stellone

Arbitro: Ros di Pordenone

Reti: 39′ Bocalon, 84′ Puscas

Note: Al 70′ l’arbitro Ros concede un calcio di rigore al Palermo per una trattenuta in area di Bruscagin su Nestorovski. Dal dischetto va lo stesso attaccante macedone che però trova la pronta risposta di Vicario che si allunga e blocca il pallone.

Spettatori: 3154

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Decidere in quale corteo sfilare

Il 19 Luglio ci rammenterà che cosa significa essere servitore dello Stato anche quando questo sembra dimenticarsi di te. Grande ammirazione per un comandante che fa il suo dovere e va avanti per il suo credo nella sua rotta.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.