Vertenza Almaviva-Sky: raggiunto l'accordo per tutelare i dipendenti :ilSicilia.it
Palermo

Nota del ministero

Vertenza Almaviva-Sky: raggiunto l’accordo per tutelare i dipendenti

di
26 Giugno 2020

Si è conclusa favorevolmente la questione dei lavoratori in servizio nei call center Sky, dipendenti della società Almaviva. Gli incontri delle giornate di ieri e di oggi chiudono, infatti, una delicata vicenda verso la quale il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, aveva prestato attenzione e sensibilità fin dalle prime settimane del suo insediamento.

Lo si legge in una nota del ministero del Lavoro. “A testimonianza dell’impegno assunto dal Dicastero, i tavoli sono stati presieduti dal Sottosegretario Steni Di Piazza che ha condotto l’opera di mediazione tra le posizioni delle Parti. In pratica, senza gli accordi raggiunti, dal 30 giugno prossimo – data di conclusione dell’appalto originario – circa 310 lavoratori, nei call center di Palermo e Milano, avrebbero perso il posto. Grazie al paziente impegno del Dicastero, si è arrivati a definire il graduale passaggio dei lavoratori in Covisian, la società che subentrerà nella gestione del call center e che ha assunto l’impegno ad assorbire i dipendenti.

Le modalitaà definite oggi – ha commentato Di Piazza – confermano che quello dei call center è un settore strategico per rilanciare i servizi di qualità e sono anche un primo passo per valorizzare e rilanciare la tutela dei diritti del lavoratori del settore, proprio a partire dal polo di Palermo dei call center“.

Il sottosegretario ha inoltre manifestato soddisfazione per lo sforzo corale che ha portato al raggiungimento dell’obiettivo: “Abbiamo aperto un nuovo percorso, quello del dialogo, e abbiamo potuto definire una soluzione condivisa per Palermo e per Milano. Desidero ringraziare – ha concluso  – ogni protagonista della vicenda, le Regioni Sicilia e Lombardia, il Comune di Palermo, le aziende interessate e le organizzazioni sindacali, per il senso di responsabilità e la collaborazione dimostrati“.

Soddisfazione per l’accordo raggiunta è stata espressa dall’assessore regionale al lavoro Giovanna Marano e dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando :”Quello sottoscritto oggi è un accordo importante per le lavoratrici e i lavoratori direttamente interessati L’applicazione integrale della clausola sociale, consente la piena tutela dei loro diritti , della loro professionalità, della loro dignità. L’impegno formale preso dalla azienda subentrante di avviare un confronto anche per costruire una sinergia con l’Università per gestire servizi, sempre più a valore aggiunto, consente di consolidare una storia industriale e scientifica di Palermo nel sistema di telecomunicazioni del Paese. Adesso con il Governo nazionale intendiamo riprendere,  quel filo interrotto e vogliamo che offra nuove prospettive alla città”. 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.