Vertenza Asu, i sindacati: "Verso il tavolo tecnico a Roma" :ilSicilia.it
Palermo

L'On. Ella Bucalo della Commissione Lavoro della Camera

Vertenza Asu, i sindacati: “Verso il tavolo tecnico a Roma”

20 Luglio 2018

PALERMO – Il CSA (coordinamento sindacale autonomo), dipartimento Asu ha incontrato questa mattina, l’On. Ella Bucalo della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati. “Bisogna intervenire urgentemente – ha dichiarato Bucalo – per aggiornare la normativa nazionale al fine di agevolare lo svuotamento del Bacino Asu. Devono essere ripristinate le riserve in tutti i concorsi pubblici per gli Asu, va inoltre individuato un percorso professionalizzante personalizzato e agevolata la compatibilità tra attività lavorativa e formativa Asu.

Nelle prossime settimane – ha concluso la deputata di Fratelli d’Italiasi terrà a Roma un tavolo tecnico per programmare le iniziative da intraprendere per la definitiva risoluzione della vertenza dei precari Asu”.

“La vertenza dei 5.000 Asu siciliani confermano i sindacalisti Vito Sardo e Mario Mingrino, del Csa Dipartimento Asu – verrà sottoposta nelle prossime settimane all’attenzione della Commissione lavoro della Camera dei Deputati. È questo l’impegno preso dall’onorevole Carmela Bucalo, appartenente al gruppo parlamentare Fratelli d’Italia, che ci ha voluto incontrare per conoscere e affrontare una problematica che si trascina ormai da 20 anni. È evidente che questa vicenda – spiegano – dopo l’impugnativa del governo nazionale del provvedimento sulla stabilizzazione dei lavoratori ex Pip, deve essere discussa e affrontata a Roma. La soluzione è possibile dal punto di vista normativo ed economico. Il diritto alla stabilizzazione degli Asu è sancito da diverse leggi regionali e nazionali, che peraltro stanziano le risorse necessarie per finanziare la loro assunzione a tempo indeterminato.

L’onorevole – aggiungono – ci ha ribadito la necessità di intervenire urgentemente per rivedere la normativa nazionale, al fine di ridare dignità al lavoro svolto dagli Asu-Lsu, riconoscendo le professionalità che hanno acquisito ed evitando che uno strumento positivo come quello delle attività socialmente utili venga ricordato come una condanna alla precarietà. A tal proposito, tra le altre cose, vanno ripristinate le riserve in tutti i concorsi pubblici, mentre nelle prossime settimane l’onorevole ci ha detto che chiederà un tavolo tecnico per programmare le iniziative da intraprendere per la risoluzione definitiva della vertenza”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Che Vuoi che Sia?

Basta che uno di questi missili venga lanciato “per errore”, che questi giocatori di Risiko non da tavolo, ma con le vite altrui, sbaglino ………. e un missile giunga su di noi, “finiu u cinema”!