Vertice sulle strade siciliane all'Ars: convocati Anas e viceministro Cancelleri :ilSicilia.it

Mercoledì 22 Gennaio

Vertice sulle strade siciliane all’Ars: convocati Anas e viceministro Cancelleri

17 Gennaio 2020

«Mercoledì 22 Gennaio in quarta Commissione ARS si terrà un vertice sulle strade siciliane di competenza statale. Saranno presenti il Vice Ministro dei Trasporti, Giancarlo Cancelleri, l’Assessore regionale Marco Falcone, il Direttore Regionale di Anas Mele, Il Comitato dei creditori della CMC, i sindacati Cgil, Cisl e Uil, i sindaci dei Comuni “colpiti” dai lavori sulla SS121». 

cmc savarinoLo annuncia la presidente della IV Commissione, Giusi Savarino,

«Come ha detto il presidente Musumeci “a Roma devono capire che siamo stanchi della politica del rappezzo, Anas deve dimostrare rispetto per la pazienza dei siciliani“. Mercoledì – aggiunge Savarino – faremo il punto della situazione sulla Palermo-Agrigento e Palermo-Catania. E non solo, rappresenterò anche la situazione del Viadotto Morandi di Agrigento, ennesima opera su cui registriamo ritardi da parte di Anas.

Purtroppo sulle strade statali abbiamo una competenza limitata, possiamo solamente vigilare affinché Anas termini celermente i lavori e portare la situazione all’attenzione della politica nazionale, e lo facciamo con coraggio, costanza e determinazione». 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona