Via D'Amelio: boss sfuggiti all'ergastolo erano tornati a capo dei clan, arrestati :ilSicilia.it
Palermo

Vernengo e Urso furono accusati dal falso pentito Scarantino

Via D’Amelio: boss sfuggiti all’ergastolo erano tornati a capo dei clan, arrestati

di
21 Dicembre 2019

Due boss sfuggiti all’ergastolo per la strage di via D’Amelio – perché ingiustamente accusati dal falso pentito Vincenzo Scarantino – e usciti dal carcere, sono stati nuovamente arrestati dopo aver ripreso il comando del mandamento palermitano di Santa Maria di Gesù.

I due sono Giuseppe Urso, detto Franco, e Cosimo Vernengo, che ieri sera – come riporta il Giornale di Sicilia – sono stati condannati rispettivamente a 15 e a 14 anni.

Vernengo si trova ai domiciliari per motivi di salute. La sentenza è stata emessa della terza sezione del Tribunale di Palermo, presieduta da Fabrizio La Cascia, che ha accolto in gran parte le richieste dei pm della Dda Dario Scaletta e Felice De Benedittis.

Con i due boss, nel processo denominato Falco sono stati riconosciuti colpevoli anche altri 3 imputati e 3 sono stati assolti. I condannati sono Giuseppe Tinnirello, che ha avuto 5 anni, Giuseppe Confalone 2 anni e 8 mesi, e Giovanni Acquaviva un anno (a parte il primo, rispondevano tutti di favoreggiamento). Scagionati Antonino Capizzi, accusato di trasferimento fraudolento di valori come Giuseppe Ribaudo, e Gaetano Dell’Oglio, proprietario di un panificio e imputato di favoreggiamento per non avere accusato il proprio estorsore.

Trentacinque le persone originariamente messe sotto inchiesta da parte dell’ex sostituto Sergio Demontis, oggi procuratore aggiunto, e dagli altri pm Scaletta, Francesca Mazzocco e Gaspare Spedale. Molti imputati avevano scelto l’abbreviato, mentre la parte chiusa ieri era col rito ordinario.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin