Via Montepellegrino e Circonvallazione, presto la riapertura del transito sui canali di Palermo :ilSicilia.it
Palermo

SOLO UN ALTRO MESE CIRCA DI ATTESA

Via Montepellegrino e Circonvallazione, presto la riapertura del transito sui canali di Palermo

di
5 Marzo 2021

Entrano nella fase conclusiva i lavori di messa in sicurezza delle aree in cui alcuni canali di maltempo intersecano importanti arterie cittadine, in particolare lungo la circonvallazione, all’altezza di via Principe di Paternò e lungo la via Montepellegrino.

In entrambi i casi il Comune di Palermo ha avviato alcuni lavori, avvalendosi di fondi del Ministero dell’Interno, per la manutenzione della soletta in coincidenza dei punti in cui i canali si trovano al di sotto dei due assi: si tratta rispettivamente del canale Mortillaro lungo la circonvallazione e del canale Passo di Rigano lungo la via Montepellegrino.

In quest’ultimo cantiere, i lavori, dell’importo di circa 250 mila euro, erano finalizzati al consolidamento della copertura, anche con la realizzazione di alcuni pali di sostegno in cemento armato.

La presenza di diverse sottoreti ed in particolare di alcuni cavi elettrici in alta tensione, ha richiesto alcuni interventi da parte di soggetti terzi, allungando leggermente la durata dei lavori.

Tali lavori si sono comunque conclusi e si è in attesa dei tempi tecnici di consolidamento del cemento per procedere alla definitiva copertura e quindi alla posa dell’asfalto. La riapertura al traffico dovrebbe avvenire entro la prima settimana di aprile.

Anche il cantiere realizzato lungo la circonvallazione ha riguardato il consolidamento della copertura del canale ed anche in questo caso il finanziamento è stato erogato dal Ministero dell’Interno.

Qui si è dovuto però procedere ad una momentanea sospensione dei lavori, perché non appena iniziato l’intervento, i tecnici hanno verificato che in coincidenza con l’intersezione fra il canele Mortillaro e il canale Passo di Rigano, il letto di quest’ultimo è sprofondato di circa un metro e mezzo e si è quindi chiesto un intervento della Regione, ente competente alla manutenzione generale dei canali di maltempo.

Il Comune non ha la competenza per tale intervento e per altro il finanziamento ricevuto dal Ministero non sarebbe sufficiente per coprire gli eventuali costi.

A seguito di un sopralluogo congiunto con la Regione avvenuto ad inizio di questa settimana, si è quindi deciso che il Comune riprenda e concluda gli interventi di propria competenza, che si prevede si concludano entro la metà di aprile e che quindi sia possibile la riapertura al transito veicolare dalla prima settimana di maggio.

Informato delle previsioni fatte dagli uffici tecnici e dal RUP dei due interventi, il Sindaco Leoluca Orlando ha affermato che “è evidente che non è mai venuta meno l’attenzione per questi lavori, che certamente hanno arrecato e stanno arrecando dei disagi alla circolazione ma che sono assolutamente indispensabili per la sicurezza di tutti, a partire da quella proprio degli automobilisti che percorrono quelle strade“.

Come si vede – afferma l’Assessore Maria Prestigiacomogli uffici hanno costantemente seguito con la necessaria e doverosa attenzione questi due cantieri, ben consci come siamo della loro importanza per la viabilità cittadina. Sia in un caso sia nell’altro sono emerse alcune criticità che hanno rallentato i lavori rispetto alla previsione iniziale, ma in entrambi i casi, proprio grazie all’attenzione prestata dagli uffici, sono state trovate le soluzioni adeguate e si può quindi dare una data certa per la riapertura delle strade“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin