19 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 22.34
Messina

Riunione il 9 agosto per un approfondimento regionale

Viabilità: “Basta frane sulla SS114”, vertice tra l’Anas e i sindaci del Messinese

1 Agosto 2018

Incontro del Sindaco Metropolitano di Messina, Cateno De Luca, con i rappresentanti dell’ANAS e i Sindaci della fascia Jonica sul problema della messa in sicurezza della SS 114 in relazione ai recenti eventi franosi che hanno riguardato l’importante arteria nei pressi di capo Alì.

De Luca,incontro con Anas

Ai rappresentanti dell’ANAS è stato fatto presente che non sarà più accettato che vengano effettuati “interventi tampone” per la messa in sicurezza del costone roccioso che sovrasta la strada statale intorno a Capo Alì, effettuati con l’utilizzo di reti, che negli ultimi dieci anni si sono dimostrate non adeguate alla soluzione del problema e con una spesa complessiva dei vari interventi che supera i 5 milioni di euro.

Già nel 2010 era stata prospettata la soluzione di una galleria paramassi del costo di circa 6 milioni di euro per quanto riguarda Capo Alì. Ai funzionari dell’ANAS è stato rappresentato che oggi il territorio richiede una soluzione definitiva del problema, ovvero che vengano realizzate le gallerie paramassi sia per quanto riguarda Capo Alì, sia per quanto riguarda Capo Scaletta.

La città Metropolitana di Messina e i Comuni interessati si sono impegnati a fornire all’ANAS tutta la documentazione relativa ai progetti, per Capo Alì si tratta di un progetto preliminare con relativa relazione geologica, per quanto riguarda Capo Scaletta è stato già redatto un progetto definitivo con tutti i pareri già acquisti.

La riunione è stata aggiornata a fine agosto, quando daranno disponibili le risultanze della riunione fissata a Palermo giorno 9 per un approfondimento a livello regionale, ed in quella data sarà consegnata tutta la documentazione relativa ai progetti delle due gallerie paramassi.

frana a Capo Alì
frana a Capo Alì
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Cos’è il matrimonio?

Nel matrimonio è assolutamente sbagliato restare insieme a tutti i costi. Le liti possono essere campanelli di allarme prima del disastro e delle tragedie conseguenti a separazioni dettate dall’odio e dalla frustrazione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.