Viabilità: dal governo Musumeci ok alla strada veloce tirreno-ionica :ilSicilia.it

PROBABILITÀ DI UTILIZZO DELLE RISORSE DEL RECOVERY PLAN

Viabilità: dal governo Musumeci ok alla strada veloce tirreno-ionica

di
5 Marzo 2021

Dopo tanti anni di attesa, la realizzazione di una strada veloce di collegamento tra la costa del tirreno e quella ionica comincia ad apparire più vicina.

L’arteria stradale, chiamata “intervalliva“, di fondamentale importanza per il collegamento fra i Comuni di Barcellona Pozzo di Gotto, Rodì Milici, Fondachelli Fantina, Francavilla di Sicilia e Giardini Naxos, ha avuto il via libera dal governo Musumeci, che ha dato mandato ai dipartimenti regionale delle Infrastrutture e della Programmazione per avviare le necessarie procedure di progettazione e finanziamento dell’opera, nell’ambito del Piano regionale per la ripresa e la resilienza.

L’infrastruttura rientra fra gli obiettivi di ammodernamento ed efficientamento delle principali reti viarie dell’Isola e sarà un asse stradale di grande utilità nella provincia messinese,  che unirà lungo un tratto di 45 chilometri i due versanti che coprono anche due importanti Bacini turistici, quello tirrenico-Eolie e quello di Taormina.

Si tratta – dice il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumecidi un’opera di  interesse strategico per decongestionare il traffico autostradale nell’area del Messinese. Ma anche per valorizzare l’intera valle e rendere più agevole il collegamento con le comunità attraversate dall’arteria“.

Attraverso il dipartimento regionale Tecnico – dice l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falconedaremo costante impulso alla progettazione di questa strada: un’opera di valenza  regionale da anni attesa da un’ampia fascia di popolazione“.

Per giungere al progetto esecutivo si terrà conto di quello preliminare esistente, redatto dal Comune di Fondachelli Fantina nel 2016, che prevedeva un costo complessivo di circa 50 milioni di euro. Un Piano che dovrà essere aggiornato alla luce delle nuova normativa sui lavori pubblici, il cui costo potrebbe raggiungere anche i 70 milioni di euro. Per la realizzazione dell’opera, la Regione attingerà a fondi extraregionali, ma non si esclude la possibilità di utilizzare le risorse del Recovery Plan destinate alle infrastrutture di grande interesse.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin