Viabilità, Musumeci sprona il governo: "Roma invii il commissario" :ilSicilia.it

Il futuro delle strade provinciali

Viabilità, Musumeci sprona il governo: “Roma invii il commissario”

di
5 Giugno 2020

Chiediamo a Roma l’invio di un commissario che possa rimettere in sesto 15 mila chilometri di strade provinciali. E con l’Anas non va meglio: non è possibile avere 22 cantieri sulla Palermo-Catania. Il governo nazionale deve fare la propria parte“. Lo ha detto il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, durante la sua visita nell’ennese, tornando sulla questione della viabilità nell’Isola.

Non è la prima volta che il governatore sprona il governo nazionale sull’invio del commissario per la viabilità. Già il precedente esecutivo, e precisamente l’ex ministro ai Trasporti e alle Infrastrutture Danilo Toninelli, aveva annunciato che per rimettere in sesto la viabilità siciliana sarebbe stato invito un commissario. Da allora è partito il rimpallo di accuse tra Roma e Palermo. Oggi l’ultimo atto con le parole di Musumeci.

LEGGI ANCHE:

Toninelli sulla viabilità siciliana: “Ben oltre l’emergenza, serve un commissario straordinario” | VIDEO

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.