Vicenda sorelle Napoli, il sindaco di Mezzojuso: "Giletti ammette che non sono un mafioso" :ilSicilia.it
Palermo

in vista della nuova puntata di "Non è l'arena"

Vicenda sorelle Napoli, il sindaco di Mezzojuso: “Giletti dica che non sono un mafioso”

27 Aprile 2019

“Non andrò in trasmissione se Giletti non precisa che non ho nulla a che fare con la mafia, e che io sono contro la mafia e la criminalità. Questa è la premessa per un confronto civile e costruttivo col conduttore”. Lo dice il sindaco di Mezzojuso, Salvatore Giardina, riferendosi alla puntata del 12 maggio di “Non è l’Arena” che si svolgerà in diretta dalla piazza Umberto I nel suo comune.

La trasmissione di La7 si occupa da più di un anno della vicenda delle tre sorelle Napoli che hanno denunciato intimidazioni e pressioni mafiose per costringerle a cedere la loro azienda agricola tra Corleone e Mezzojuso.

“Se non saranno fissati dei paletti – aggiunge – non andrò in trasmissione solo per continuare a fare lievitare l’audience della trasmissione e le casse di La7. Giletti ha dimostrato che questo è il suo unico obiettivo. Continuo a leggere sue dichiarazioni che mi confermano la sua linea che è quella di diffamare un’intera comunità”.

Il 28 aprile, intanto, è stata organizzata un’assemblea cittadina a Mezzojuso per decidere le modalità di partecipazione alla trasmissione.

 

LEGGI ANCHE:

Sorelle Napoli, secretate le audizioni dell’Antimafia regionale

Sorelle Napoli, Fava a Mezzojuso: “Antimafia e Procura insieme per la verità”

Caso sorelle Napoli, la Commissione antimafia a Mezzojuso

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“C’è un Uomo Solo al Comando”

Atteso quanto diceva il buon Bracardi quando asseriva che “l’uomo è una bestia”, nella sua bestialità questi sbaglia sempre allo stesso modo, pertanto, la memoria non deve essere soltanto rancorosa, ma deve servire per capire e andare avanti per non commettere gli stessi errori. Il perdono è un'altra cosa.