Villa Igiea, il primo giugno riapre lo storico albergo di Palermo :ilSicilia.it
Palermo

Esemplare edificio in stile liberty

Villa Igiea, il primo giugno riapre lo storico albergo di Palermo

5 Dicembre 2019

L’Hotel Villa Igiea, uno degli alberghi più noti della Sicilia, riaprirà il primo giugno sotto il vessillo di Rocco Forte.

Esemplare edificio in stile liberty, Villa Igiea è un luogo che affonda le radici nella storia di Palermo. Qui, infatti, visse la famiglia dei Florio, che ne fece centro nevralgico di mondanità internazionale.

La posizione è unica quanto la sua storia: a picco sul mare e con uno splendido giardino mediterraneo. Olga Polizzi, Director of Design del Gruppo, intende valorizzare i dettagli art nouveau dell’epoca, firmati da Ernesto Basile, inserendone la bellezza in un comfort coerente con le esigenze del tempo presente.

La ristrutturazione degli interni, spiega una nota, procede con la collaborazione di Paolo Moschino, noto interior designer italiano di stanza a Londra. Gli ospiti di Villa Igiea si muoveranno tra ambienti armonici, dove il forte senso estetico dei Florio torna a risplendere con vivacità.

Sesta proprietà italiana di Rocco Forte Hotels, Villa Igiea rappresenta il secondo investimento in Sicilia dopo Verdura Resort a Sciacca. “La ristrutturazione di Villa Igiea è un dono” afferma sir Rocco Forte, Fondatore e Chairman di Rocco Forte Hotels – Elimineremo tutti gli elementi aggiunti dalle proprieta’ passate. Abbiamo a disposizione un patrimonio da aprire al mondo e ai palermitani. C’è una storia di orgoglio imprenditoriale e culturale che intendo preservare e raccontare attraverso questo albergo. Un nuovo hotel per me è un mondo e l’avvio di un dialogo; qui ci muoviamo con particolare sensibilità, consapevoli dell’intensità del progetto“. .

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Che Vuoi che Sia?

Basta che uno di questi missili venga lanciato “per errore”, che questi giocatori di Risiko non da tavolo, ma con le vite altrui, sbaglino ………. e un missile giunga su di noi, “finiu u cinema”!