Violenza contro le donne, Messina (Dac): "In Sicilia fenomeno è più incidente" :ilSicilia.it
Catania

la dichiarazione del direttore centrale Anticrimine della polizia

Violenza contro le donne, Messina (Dac): “In Sicilia fenomeno è più incidente”

di
23 Novembre 2021

Catania oggi, 23 novembre, sta avvenendo la presentazione della campagna della Polizia di Stato “Questo non è amore, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Presenti il ministro Luciana LamorgeseFrancesco Messina, direttore centrale Anticrimine della polizia e il prefetto Lamberto Giannini, capo della polizia.

La parola d’ordine è prevenzione e la partita si gioca sulla prevenzione dei femminicidi perché è con la prevenzione che noi possiamo contenere un fenomeno che nel tempo richiederà certamente un cambio di cultura”, afferma Messina.  “Abbiamo scelto Catania – ha aggiunto – per celebrare questo momento di riflessione perché la città, purtroppo, è stata in cronaca come luogo in cui si sono verificati dei crimini efferati che hanno a che fare ovviamente con il femminicidio. E’ importante dare rilevanza a questa realtà e mettere in evidenza come questo fenomeno va affrontato proprio per evitare che in futuro si possano verificare altre situazioni di questo tipo“.

Le morti ci inchiodano e noi ci sentiamo responsabili – ha sottolineato Messina -. Per questo dobbiamo fare capo a qualunque strumento ci viene consentito di potere utilizzare grazie a una normativa all’avanguardia. Agire sulla prevenzione è fondamentale. L’erogazione dell’ammonimento del Questore a quelli che sono comportamenti sintomatici dell’inizio del ciclo della violenza, ancor prima che questi comportamenti possano diventare di natura penale, consente di potere incidere efficacemente sul fenomeno. A questa possibilità si aggiunge poi la stipulazione dei protocolli – come il protocollo Zeus – che riguardano il maltrattante a cui viene irrorato l’ammonimento per evitare il ripetersi del comportamento. Quest’azione incide ben il 90% sulla recidiva e è un modo per affrontare efficacemente il fenomeno“.

La Sicilia è purtroppo una delle regioni in cui il fenomeno è più incidente. Il problema dei femminicidi ci attanaglia ed è un fenomeno che dobbiamo contrastare e contenere. Noi della direzione centrale anticrimine della polizia abbiamo ritenuto di richiamare l’attenzione grazie a questo evento“. Così ha continuato Messina.

Poche donne denunciano, ma siamo riusciti nel tempo a migliorare la situazione. Il profilo culturale incide pesantemente e dobbiamo aiutare le donne a difendersi, dobbiamo accompagnarle in questo percorso e per far questo bisogna operare in sinergia“. dice Francesco Messina. “Tutti gli attori della sicurezza, privati e pubblici – ha aggiunto – in questo ambito devono lavorare insieme. Non solo le forze dell’ordine, ma la magistratura, gli avvocati, i centri antiviolenza, i medici, la formazione: tutti insieme per raggiungere il risultato di battere il fenomeno e poi pensare a una sua eradicazione“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin