Violenza nel carcere di Trapani: detenuto picchia cinque agenti penitenziari :ilSicilia.it
Trapani

la denuncia della segreteria regionale Uilpa

Violenza nel carcere di Trapani: detenuto picchia cinque agenti penitenziari

di
4 Marzo 2022

Cinque agenti della polizia penitenziaria in servizio al carcere Pietro Cerulli di Trapani sono finiti al pronto soccorso dopo essere stati aggrediti da un detenuto violento. Uno degli agenti pare abbia subito a frattura dal setto nasale“. E quanto denuncia la segreteria regionale Uilpa Polizia Penitenziaria. “La mattanza non è per i detenuti, ma per il personale di Polizia Penitenziaria, che subisce le violenze gratuitamente, perché oramai le carceri sono in mano ai detenuti – aggiungono i sindacati sentiamo dire che i violenti sono i Poliziotti Penitenziari, quando oggi invece sono lo le vittime del sistema“.

Pare che l’attacco sia stato motivato dalla volontà del carcerato di richiedere un beneficio che non gli spettava, e a fronte dalla giusta negazione, il detenuto si è scagliato contro il personale di Polizia Penitenziaria. Purtroppo il carcere di Trapani – aggiungono dalla Uilpa – è diventato una polveriera, tra introduzioni di droga, telefonini, tramite droni, le aggressioni sono aumentate in maniera indescrivibile, e fermo restando la carenza di organico, la violenza verso chi opera nelle trincee, non trova l’adeguata attenzione da parte della ministra e della politica, adducendo il tutto ad un fantomatico sovraffollamento“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.