Visite ad amici e parenti: cambiano le regole :ilSicilia.it

obbligatorio il green pass, il vaccino o il tampone negativo

Visite ad amici e parenti: cambiano le regole

di
22 Aprile 2021

Cambiano le regole per le visite private dal primo maggio fino al 15 giugno.

In assenza della zona gialla, consentita una sola visita in due persone -al massimo con 2 minori under 14- in un’altra abitazione privata. A maggio, novità in zona gialla e in zona arancione. In linea di massima, a compiere la visita potranno essere 4 persone, accompagnate eventualmente da 2 minori di 14 anni. Tale spostamento, in zona gialla, è consentito anche da una regione all’altra inserite nella stessa fascia.

Lo spostamento verso una zona arancione o verso una zona rossa, invece, sarà subordinata all’acquisizione del pass verde per la vaccinazione effettuata, per la guarigione attestata o per l’esecuzione di un tampone negativo.

In zona arancione, la visita privata -a parenti e amici- è permessa a 4 persone ma nell’ambito del territorio comunale. Spostamenti più lunghi, anche in questo caso, sono legati all’eventuale disponibilità del pass. Lo riporta l’agenzia AdnKronos con le principali misure anti-Covid del decreto legge in vigore dal 26 aprile al 1 luglio.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin