"Voce del verbo avere", il dialogo tra arte e società di Marzia Migliora | Video servizio :ilSicilia.it
Palermo

Fino al 4 novembre

“Voce del verbo avere”, il dialogo tra arte e società di Marzia Migliora | Video servizio

di
11 Settembre 2018

Guarda il video servizio in alto 

Dall’ascolto multi sensoriale di un luogo unico che conserva storie stratificate come l’ex Monte dei Pegni, nasce la mostra”Voce del verbo avere“, dell’artista Marzia Migliora, in esposizione a Palazzo Branciforte fino al 4 novembre.

marzia migliora

Detto anche Monte dei Panni, il deposito del Monte di Pietà si snoda in un intricato labirinto di stanze con strutture lignee a tutta altezza, composte da scaffalature dove venivano alloggiati i beni impegnati. Per circa due secoli persone in stato d’indigenza vi hanno depositato doti, corredi e oggetti personali in cambio di poche monete, per poi cercare di tornare a riscattarli.

Oggi il luogo, in un ideale collegamento con il presente, accoglie in forme d’arte la riflessione politica e sociale sulla condizione attuale dell’uomo.

Voce del verbo avere è l’ideale prosecuzione della personale di Marzia Migliora dal titolo Velme, realizzata nel 2017 dalla Fondazione Merz a Ca’ Rezzonico a Venezia, da cui l’artista ha estratto l’opera “La fabbrica illuminata” che accoglie il visitatore.

voce del verbo avere

Il percorso espositivo comprende anche tre opere inedite site specific: Voce del verbo avere”, “Pane di bocca” e “L’arte della fame”, un’ipnotica giostra che cattura lo spettatore.

Tutte prendono avvio dal concetto di economia, a partire dalla scomposizione etimologica del termine in oikos (casa, intesa come famiglia, beni e comunità) e nomos (regola).

I due termini rappresentano l’elemento concettuale comune in ogni opera realizzata insieme alle tematiche del denaro, del cibo e della fame: l’ambiguità del denaro, che da un lato affranca dall’essere schiavo, ma dall’altro istituisce nuove schiavitù, costituisce un concetto fondamentale nell’opera  della Migliora.

La mostra, a cura di Valentina Bruschi e Beatrice Merz, realizzata in collaborazione con Fondazione Sicilia fa parte delle iniziative di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 e si inserisce in Punte brillanti di lance, un programma di mostre e eventi avviato nel 2017 dalla Fondazione Merz per il capoluogo siciliano.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.