Voto di scambio, il candidato sindaco a Bagheria: "Indagine strumentalizzata" :ilSicilia.it

Le parole di Filippo Tripoli

Voto di scambio, il candidato sindaco a Bagheria: “Indagine strumentalizzata”

15 Marzo 2019

Sono sicuro della mia estraneità ai fatti e di aver agito correttamente: non ho mai promesso posti di lavoro in cambio di voti. Dopo aver ricevuto e studiato le copie degli atti, attraverso i miei legali chiederò ai magistrati di essere sentito al più presto”. Con queste parole Filippo Tripoli commenta l’indagine della Procura di Termini Imerese nella quale sono indagate 96 persone.

Se sul piano giudiziario mi sento assolutamente sereno – aggiunge – sul piano politico mi amareggia il fatto che la notizia sia uscita proprio nel mezzo della campagna elettorale per le amministrative a Bagheria, che mi vede candidato a sindaco”.

È evidente, infatti – continua Tripoli – che tale notizia rappresenta una ghiotta quanto meschina occasione di strumentalizzazione da parte di qualche avversario. Anche da parte di chi come l’onorevole regionale Salvatore Siragusa, del M5S, sbandierando il vessillo della legalità ha sostenuto un sindaco non solo indagato, ma anche rinviato a giudizio per falso ideologico, turbata libertà degli incanti, violazione del segreto di ufficio e abuso di ufficio al fine di perseguire interessi personali e familiari. Non ricordo, infatti, che Siragusa abbia chiesto né a Patrizio Cinque né ai consiglieri del Movimento di fare un passo indietro“.

Tripoli è indagato in concorso con l’ex Presidente della Regione Totò Cuffaro per corruzione elettorale. Secondo gli inquirenti, quest’ultimo, allo scopo di ottenere voti per Tripoli, quando era candidato alle ultime elezioni regionali, avrebbe promesso a Giuseppe Amodeo e ad Antonino Amodeo, che avrebbero dato l’ok, l’assunzione del primo all’Ars. Giuseppe Amodeo fu effettivamente assunto dal il gruppo parlamentare del partito ‘Popolari ed Autonomisti’.

Leggi anche:

“Voto di scambio”: 96 indagati, ci sono anche Cuffaro e Cordaro

“Voto di scambio”, Cuffaro: “Mai promesso posti di lavoro all’Ars per ottenere voti”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.