19 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 22.48

Zamparini: «Domani arriverò a Palermo con i nuovi proprietari», chi è Richardson

4 Dicembre 2018

Maurizio Zamparini, patron del Palermo, ha anticipato a Gds.it «Domani arriverò a Palermo con i nuovi proprietari, inoltre sarà l’occasione per salutare tutti. Vi lascio in buone mani, a domani».

Dovrebbe esserci alla presentazione anche Platt che dovrebbe fare il consulente tecnico in società

Clive Richardson, CEO della Future Sports & Management nuovo proprietario del Palermo Calcio è nato a Londra, ed è un investitore e professionista esperto nel settore della tecnologia, dei servizi alle imprese, gestione dello sport, finanza e sviluppo patrimoniale delle imprese.

Durante la sua carriera, ha raffinato la sua esperienza manageriale e dirigenziale negli aspetti dello sviluppo aziendale, marketing, gestione clienti, sviluppo di prodotti.

Ha rapporti con società di private equity e singoli imprenditori del Regno Unito e internazionali, fornendo indicazioni strategiche.

L’altra azienda in cui svolge il ruolo di Direttore è la GO4K Sports.

Tra le esperienze precedenti possiamo ricordare il ruolo importante  svolto in aziende come Affinion MD, specializzata nel campo del marketing e Caudwell Group, specializzata nell’ottimizzazione del marchio.

L’organizzazione inglese serve 140 atleti per un giro di affari che si aggira intorno ai 500 milioni di sterline.

Per quanto riguarda il Palermo, il valore economico della transazione tra acquisto e investimenti supererà i 20 milioni di sterline circa 22 milioni e mezzo di euro.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Ho Rivalutato la Dea Eupalla

Questa settimana i miei contatti sui social mi hanno visto molto partecipe delle vicende legate alla sorte della squadra di calcio della mia città dando l’impressione più di essere un contradaiolo che un pacifico e tranquillo ingegnere che periodicamente si passa il tempo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.