Zona arancione in Sicilia, Cicero (Unione Comunità Montane): "Privilegiare i comuni virtuosi" :ilSicilia.it
Palermo

LE PAROLE DI MARIO CICERO

Zona arancione in Sicilia, Cicero (Unione Comunità Montane): “Privilegiare i comuni virtuosi”

di
6 Novembre 2020

In seguito al nuovo DPCM emanato dal Governo Conte, secondo cui la Sicilia è contrassegnata come “zona arancione” a causa dell’alto rischio di diffusione del Covid-19, numerosi cittadini hanno espresso il loro dissenso.

Il sindaco di Castelbuono Mario Cicero ha dunque deciso di rivolgersi direttamente al Presidente della Regione Nello Musumeci, chiedendo di opporsi alle misure restrittive imposte dal nuovo decreto.

Queste sarebbero infatti troppo “pesanti per la vita sociale ed economica delle Nostre Comunità“, come ha scritto Cicero in una lettera aperta destinata a Musumeci, e sarebbero inoltre “sicuramente dettate dalla pressione delle lobby economiche“.

È assurdo chiudere i Centri Commerciali soltanto sabato e domenica – prosegue il sindaco -, gli stessi sono luoghi di assembramento giornaliero dove intere famiglie oltre a fare acquisti trascorrono il loro tempo libero“.

Parrebbe infatti che nei centri storici e nei Centri commerciali naturali di Castelbuono tali restrizioni non sarebbero necessarie, poiché i negozi sono già adeguatamente distanziati e non vi è modo di creare assembramenti.

Altrettanto insensato, secondo il primo cittadino, è “non fare nessuna restrizione per i funerali, per la mobilità del commercio ambulante itinerante, dei corrieri, degli agenti di commercio o non imporre l’utilizzo sia delle mascherine che delle visiere per accedere ai mezzi pubblici o nei posti dove è difficile mantenere la distanza interpersonale“.

Obiettivo finale della lettera del Sindaco Cicero sarebbe la distinzione tra Comuni “virtuosi“, che hanno cioè “eseguito correttamente la sanificazione e la gestione sanitaria corretta dell’emergenza Covid“, da quelli che al contrario non sono stati altrettanto rispettosi delle misure da adottare.

Solo così – conclude – possiamo dare speranza e un futuro ai nostri territori, al mondo dell’impresa e del lavoro, dei nostri Comuni“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin