Zone Franche Montane di Sicilia, il comitato promotore: "Armao diserta per due volte la convocazione in Senato" :ilSicilia.it

Nota polemica sull'assessore

Zone Franche Montane di Sicilia, il comitato promotore: “Armao diserta per due volte la convocazione in Senato”

di
28 Settembre 2020

La sesta Commissione Finanze e Tesoro del Senato, presieduta dal senatore Luciano D’Alfonso, ha convocato per due volte l’assessore regionale al Bilancio e Finanze, Gaetano Armao, che è anche vice presidente della Regione Siciliana, sul tema delle zone franche montane.

Altrettante volte il segretario della Commissione ha constatato l’assenza di Armao per non meglio precisati  “impegni istituzionali”.
Armao, secondo quanto si legge sul sito istituzionale del Senato, è stato riconvocato per giovedì 1 ottobre alle ore 10 per essere ascoltato sulle disposizioni concernenti l’istituzione delle zone franche montane in Sicilia.

«Esprimiamo forte preoccupazione per l’indifferenza del vicepresidente Armao, rispetto all’istituzione delle Zone Franche Montane in Sicilia – afferma il Comitato regionale promotore – Non presenziare agli inviti del Senato, senza peraltro delegare nessuno, è dimostrazione di scarso interesse verso mezzo milione di siciliani che vivono nelle zone montane, oltre che un gesto di scortesia istituzionale»

«Il governo regionale, – continua il comitato – rispetto a questo strumento che rappresenta la prima Legge di prospettiva della storia dell’Ars, dovrà esperire tutti gli atti conseguenziali alla decisione dell’Ars, tra cui quanto contemplato all’articolo 2 della Legge – ovvero l’individuazione dei territori beneficiari che andava fatta entro luglio di quest’anno».

«Armao vive con distacco le preoccupazioni dei resilienti delle terre alte della Sicilia, la riprova di quanto affermiamo è la mancanza di volontà degli stessi di inserire nel Derf l’unanime volontà del Parlamento siciliano. – Chiosano – L’Ars il 17 dicembre 2019 è stata chiara ed ha disposto anche le prime risorse, 300 milioni di euro l’anno, per lo start up della Legge. Auspichiamo che il governo sia conseguenziale e soprattutto leale con gli operatori economici che con grandi stenti continuano a investire a quelle latitudini. Hanno la possibilità di farlo inserendo nel Derf, fin da subito, le Zfm al fine di prevederne le specifiche ricadute sul piano macro-economico».

In conclusione: «Nel corso dell’audizione del 1° ottobre, Armao avrà la possibilità di rimediare e di dimostrare ai resilienti delle aree di montagna che il governo ha l’intenzione di rispettare la volontà dell’Ars».

© Riproduzione Riservata
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.