Ztl a Palermo, Confimprese: "Danni evidenti per le aziende" :ilSicilia.it
Palermo

lettera al presidente del consiglio comunale

Ztl a Palermo, Confimprese: “Danni evidenti per le aziende”

12 Agosto 2019

Con una lettera inviata al presidente del Consiglio comunale di Palermo, Salvatore Orlando, il presidente di Confimprese, Giovanni Felice ha sollevato la questione dell’utilità del mantenimento dell’attuale Ztl.

Secondo Felice “i danni fatti dalla Ztl sono evidenti, basta passare per via Roma, via Bandiera o Lattarini, o da via Sant’Agostino, per rendersi conto di quante aziende abbiano chiuso i battenti e come, tranne qualche attività di somministrazione, queste attività restano chiuse. Quel che è peggio è che la prospettiva può solo peggiorare, forse miglioreranno gli affari per i pubblici esercizi che si trovano nelle ‘isole che non ci sono’, forse nascerà qualche altro locale pubblico per la gioia dei residenti, ma nella sostanza il tessuto economico e la morfologia della zona continuerà a deteriorarsi“.

Felice propone che venga attuato, da parte del Consiglio Comunale “un provvedimento contestuale che faccia delle isole pedonali finte delle isole pedonali vere con tanto di delibera del Consiglio Comunale, e che vada ad abrogare la Ztl, anche in relazione al fatto, che per stessa ammissione di sindaco e assessore alla Mobilità, l’introduzione dei provvedimenti destinati a migliorare il servizio pubblico si vedranno al 2023 al 2030“.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.