Ztl a Palermo: il Tar respinge il ricorso presentato da 200 cittadini :ilSicilia.it
Palermo

Dovranno risarcire di 12mila euro Comune, Amat e Legambiente

Ztl a Palermo: il Tar respinge il ricorso presentato da 200 cittadini

di
10 Luglio 2020

Il ricorso contro la Ztl istituita dal Comune di Palermo presentato da 200 palermitani è stato respinto.

Pesante il conto da pagare. I ricorrenti dovranno versare 12 mila euro: 4 mila euro al Comune, 4 mila euro all’Amat e 4 mila euro a Legambiente. Il ricorso era stato presentato da circa 200 cittadini e promosso dalle associazioni Bispensiero e Vivocivile per chiedere l’annullamento dei provvedimenti sulla Ztl.

Secondo i ricorrenti gli atti predisposti dalla giunta sono illegittimi perché nel bilancio di previsione 2015 non sono state previste entrate per circa 30 milioni, che l’amministrazione conta di incassare dai pass delle Ztl; e il Piano generale urbano del traffico non è stato aggiornato.

Al momento la Ztl (sia diurna che notturna) è stata sospesa fino al 31 luglio, vista l’emergenza Covid.

Questo il commento lasciato su Twitter dall’assessore alla Mobilità, Giusto Catania: «Ancora una volta tribunale ha dato ragione al Comune di Palermo: ZTL è legittima, oltre che necessaria per tutelare la salute. Stavolta la partita è chiusa per sempre: il giudizio di merito è perentorio! Uno stimolo in più per continuare con la mobilità sostenibile #cittàecologica».

orlando e cataniaIL COMMENTO DEL SINDACO ORLANDO

“Quella del Tar sul ricorso contro la Ztl è una bocciatura senza appello che conferma anche in sede giudiziaria il programma è la visione a base del programma di governo della città approvato dai cittadini palermitani. Una bocciatura che smonta pezzo per pezzo anni di montature e fandonie pseudo giuridiche, insulti e attacchi politici di chi ha combattuto con ogni mezzo contro la mobilità sostenibile. Ancora una volta le scelte strategiche della amministrazione comunale che ho l’onore di rappresentare trovano conferma anche giudiziaria dalla Corte Costituzionale e dai Giudici Amministrativi”.

Lo ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando in merito alla bocciatura del ricorso presentato da 200 palermitani.

“Una sentenza che – ha aggiunto – non può che aprire le porte alla ripresa di un dibattito perché la ZTL, insieme alle pedonalizzazione al potenziamento del trasporto pubblico a partire dal tram, sia asse portante della vivibilità a Palermo nei prossimi anni come condiviso dalla maggioranza del Consiglio comunale e, ci auguriamo, anche daI cittadini tutti che hanno a cuore lo sviluppo della nostra città”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Balzebù
di Balzebù

La stramberia dello stop alla Ztl notturna a Palermo

E’ possibile che questo sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, non riesca a mettere un freno alle stramberie del suo assessore alla Mobilità, Giusto Catania? Evidentemente, non ha una grande considerazione per i palermitani, proponendo l’abolizione della Ztl nella fascia oraria notturna
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.