ZTL, Confcommercio contro Orlando: "Vuole fare cassa sulla pelle dei cittadini" :ilSicilia.it
Palermo

Patrizia Di Dio conferma le critiche

ZTL, Confcommercio contro Orlando: “Vuole fare cassa sulla pelle dei cittadini”

di
9 Gennaio 2020

Questa visione della città proprio non la comprendiamo. Siamo di fronte a una scelta ideologica e non certo logica per gli interessi collettivi. Scegliere la politica dei divieti che grave danno può arrecare alle imprese, senza peraltro la concertazione con le categorie produttive che hanno finora mostrato pazienza e spirito collaborativo, è una scelta individualistica che non fa sistema con gli interessi della città e che soprattutto mina la già fragile economia locale”.

Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo, conferma le critiche sull’indirizzo politico adottato dalla Giunta sul tema della Ztl.

“L’amministrazione comunale – aggiunge la Di Dio – si assume di fronte ai cittadini la responsabilità di un provvedimento che scontenta tutti e che impoverirà un centro storico che negli ultimi anni è stato rivitalizzato grazie anche agli sforzi, alla professionalità e agli investimenti dei tanti bravi imprenditori che ci hanno creduto e a testa bassa, senza alcuna rendita di posizione, hanno contribuito a migliorare la nostra città. Ora c’è il pericolo che a pagare le conseguenze di una politica “visionaria” siano anche centinaia di lavoratori del centro storico.

ZTL notturna PalermoQuesto provvedimento, in realtà, ha l’obiettivo di fare cassa sulla pelle dei cittadini e non potrà certamente arginare fenomeni di inciviltà e di attività fuori controllo e fuori dalle regole che ammorbano la vita di residenti e di turisti che soggiornano in centro storico: blindare il centro storico non può essere l’unica soluzione per fare rispettare le regole. Senza dimenticare che mancano i servizi a supporto come parcheggi e un servizio autobus efficiente”.

“Solamente con una “finestra” dalle 20 alle 24 e per l’intero anno – conclude Patrizia Di Dio potremmo ritenere accettabile l’ordinanza sulla Ztl”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Palermo, Ztl notturna posticipata al 31 gennaio: nuovi orari in base alle stagioni

Ztl notturna, il day after di Orlando e gli attacchi: “Un buco nell’acqua”

Ztl notturna a Palermo, Assoimpresa: “Politica arrogante convinta di poter imporre tutto a tutti”

ZTL a Palermo, Fasola (Ugl): “Orlando si incaponisce con un provvedimento impopolare”

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin