Ztl e zone blu, Confesercenti Palermo: "Prorogare lo stop fino al 31 agosto" :ilSicilia.it
Palermo

lo dice Francesca Costa

Ztl e zone blu, Confesercenti Palermo: “Prorogare lo stop fino al 31 agosto”

di
9 Luglio 2020

“È necessario prorogare ulteriormente la sospensione della Ztl e delle zone blu, bisogna dare ossigeno ai commercianti che si trovano nelle aree interessate anche dopo il 31 luglio“.

A dichiararlo è Francesca Costa, presidente di Confesercenti Palermo.

“Chiediamo all’amministrazione comunale di posticipare il riavvio a settembre, in modo da non penalizzare i negozianti nel mese di agosto. Riteniamo la proroga necessaria per non gravare ulteriormente sugli esercenti già messi in ginocchio dal lungo lockdown e per agevolare gli spostamenti di chi deve recarsi al lavoro. Inoltre – sottolinea Costa – l’attuale situazione della mobilità, nel centro città, è già complicata e non favorisce gli acquisti nel periodo dei saldi: il cantiere per i lavori dell’anello ferroviario provocano inevitabilmente dei disagi e in più assistiamo quotidianamente a forti rallentamenti del traffico in via XX Settembre e lungo le strade circostanti, causati da un’isola pedonale realizzata nei pressi di via La Farina”.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin