Ztl notturna a Palermo, anche la maggioranza contro Giusto Catania: "Il sindaco faccia dietrofront" :ilSicilia.it
Palermo

Dichiarazione del gruppo consiliare Avanti Insieme

Ztl notturna a Palermo, anche la maggioranza contro Giusto Catania: “Il sindaco faccia dietrofront”

di
27 Dicembre 2019

Proseguono le polemiche sulla ZTL notturna a Palermo, voluta dall’assessore alla Mobilità, Giusto Catania.

“Accrescere sempre di più la diatriba sull’estensione della Ztl e la pedonalizzazione di via Ruggiero Settimo non ci appassiona tanto preferiremmo poterci occupare e risolvere i tanti problemi che angustiano la Città”. Lo dichiarano i Consiglieri Comunali Valentina Chinnici, Paolo Caracausi, Massimo Giaconia e Toni Sala del gruppo Avanti Insieme”.

“Ribadiamo, comunque, la nostra non contrarietà a tali provvedimenti, che per quanto ci riguarda devono servire a garantire la salute dei cittadini riducendo significativamente l’inquinamento atmosferico, e a migliorare la qualità della vita dei palermitani, ma il metodo con cui ci si sta arrivando sta causando disorientamento nei cittadini e inceppando anche l’attività consiliare.

gruppo avanti insiemeCon convinzione rivendichiamo – continuano i Consiglieri – che venga attivato un processo di condivisione con il Consiglio Comunale e con la Città e che i suddetti atti trovino attuazione nel rispetto delle norme, soprattutto della legge Regionale n.3 del 2016, che obbliga i Comuni che intendono istituire le Ztl o modificare quelle esistenti, a dotarsi di specifico regolamento che deve essere approvato dal Consiglio Comunale che ne ha esclusiva competenza. Ricordiamo inoltre che, per quanto riguarda le nuove  pedonalizzazioni, è necessario aggiornare il PGTU ed il piano delle pedonalizzazioni, atti anche questi di competenza del Consiglio Comunale.

Infine, riteniamo che sia indispensabile, prima dell’attuazione dell’estensione della Ztl, che vengano attivati tutti i varchi (ad oggi ne sono attivi solo 5 su 28) e che vengano messe in atto tutte le misure che agevolino la mobilità alternativa alle auto. Provvedimenti così incisivi adottati con troppa fretta, oltre ad alimentare tensioni in Consiglio Comunale, rischiano di essere vulnerabili al primo ricorso: pertanto, concludono i Consiglieri di “Avanti Insieme”, chiediamo al Sindaco di non attuare il provvedimento dell’estensione della Ztl notturna e di rimandarlo a quando tutti i passaggi propedeutici e indispensabili saranno stati rispettati”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Ztl notturna a Palermo, i consiglieri comunali dicono NO. Pronta una contro delibera

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin