Ztl notturna, la Lega difende il ricorso e attacca Catania: "Incompetente e arrogante" :ilSicilia.it
Palermo

La nota del Carroccio

Ztl notturna, la Lega difende il ricorso e attacca Catania: “Incompetente e arrogante”

di
24 Gennaio 2020

Il gruppo consiliare della Lega prende le distanze in maniera netta e decisa dalle dichiarazioni inopportune e scomposte dell’assessore Giusto Catania“: a dirlo è il capogruppo della Lega a Palazzo delle Aquile Igor Gelarda, insieme agli altri consiglieri del Carroccio Marianna Caronia, Alessandro Anello ed Elio Ficarra.

Probabilmente l’assessore Catania non si è reso neanche conto della gravità delle sue parole, allorché paragona un ricorso amministrativo, e quindi fare un legittimo ricorso alla legge, con un ‘mettere mano alla pistola’, come ha detto lui testualmente. È vergognoso che a fare queste dichiarazioni sia un rappresentante di un’amministrazione comunale. Già eletto consigliere e ora inspiegabilmente, almeno a nostro parere, scelto come assessore alla mobilità“.

La Lega – prosegue la nota del Carroccio – prende le distanze da tali dichiarazioni. Chiediamo anche che ciascun consigliere si dissoci da tale modo di esprimersi. Vogliamo sapere il sindaco cosa ne pensa di queste dichiarazioni che sembrano mettere alla berlina un sacrosanto diritto come quello di ricorrere a un tribunale amministrativo . E chiediamo che tanto il sindaco quanto l assessore Catania vengano in aula a dare spiegazioni al Consiglio comunale e ai cittadini palermitani di queste insane parole, sperando che chiarisca quanto prima“.

Facciamo appello – concludono i quattro esponenti della Lega – ai 22 consiglieri della maggioranza. Che continuano a sostenere un assessore che sta dimostrando oltre a una certa incompetenza anche arroganza nei confronti dei cittadini e poca correttezza istituzionale nei confronti del consiglio comunale stesso“.

Leggi anche:

La ztl notturna potrebbe morire prima del tempo: in arrivo un ricorso al Tar

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.