Ztl Palermo, Unione consumatori: "Pioggia ricorsi, verbali anomali" :ilSicilia.it
Palermo

Pronto un vademecum per i palermitani

Ztl Palermo, Unione consumatori: “Pioggia ricorsi, verbali anomali”

di
11 Gennaio 2018

“Dopo una attenta ricognizione e studio da parte della nostra consulta giuridica siamo giunti alla conclusione che ricorrono diverse anomalie e che in molti casi si può agire per tentare l’annullamento dei verbali, per tanto abbiamo predisposto un vademecum utile agli automobilisti”. Lo dice il presidente dell’Unione dei Consumatori, Manlio Arnone a proposito delle centomila multe per infrazioni nella Ztl a Palermo.

Centinaia di automobilisti stanno facendo ricorso. I molti casi si è trattato di verbali seriali elevati nel medesimo giorno.“Sono contestabili i verbali elevati nella stessa giornata – prosegue – quelli per pass scaduti (in questo caso si consiglia un pronto rinnovo del pass); quelli notificati oltre il 90° giorno dalla data dell’infrazione e sono contestabili i verbali elevati in prossimità di alcuni varchi (questa valutazione viene fatto per ogni singolo caso). Per fare ricorso ci sono solo 30 giorni dalla data di notifica del verbale”.

Mappa ZTL Palermo - ANSA CENTIMETRI
Mappa ZTL Palermo [ANSA CENTIMETRI]

LEGGI ANCHE:

Ztl, valanga di multe in arrivo. Federconsumatori protesta: “Il sistema non è valido”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.