Ztl, telecamere attive dopo le elezioni. Ma le multe scatteranno dopo il "Festino" :ilSicilia.it
Palermo

Dal 15 giugno scatterà il pre-esercizio dei 5 varchi video-sorvegliati

Ztl, telecamere attive dopo le elezioni. Ma le multe solo dopo il “Festino”

di
24 Maggio 2017

Cosa porterà il Festino di S. Rosalia quest’anno? A quanto pare, multe per chi si introdurrà nella Ztl centrale senza l’apposito pass.

Ztl (Foto Twitter, Giusto Catania)
Il videocontrollo Ztl (Foto Twitter, Giusto Catania)

Secondo quanto riporta oggi il Giornale di Sicilia, infatti, il Ministero dei Trasporti avrebbe dato l’ok alla fase di pre-esercizio delle telecamere, che dovrebbe scattare il 15 giugno. Da lì, per 30 giorni, le telecamere registreranno i movimenti dentro la Zona a Traffico Limitato, senza però poter emettere multe. Un passaggio obbligatorio per legge, per dare il nullaosta al sistema di videocontrollo. Poi, dopo il Festino, si farà sul serio e scatteranno le multe.

«La prossima settimana – scrive il Gds – il sistema elettronico di telecontrollo sarà consegnato formalmente all’Amat alla presenza del Comune e dell’impresa aggiudicataria dell’appalto, la Project Automation» di Monza, che ha vinto la gara da quasi 123 mila euro.

 

Insomma pre-esercizio fissato dopo le elezioni comunali dell’11 giugno. Mentre le multe scatteranno con la nuova Giunta.

Una serie di problemi tecnici (su tutti, il furto dei cavi di rame e la manomissione delle telecamere) avevano causato ritardi nell’ultimazione degli impianti di videosorveglianza. La sede del “Grande Fratello”, la cabina di regia degli occhi elettronici, sarà presso il palazzo comunale di piazza Giulio Cesare, sotto il controllo della polizia municipale.

Qui in basso la mappa navigabile della ZTL con i 5 varchi monitorati dagli occhi elettronici: Porta Felice, via Porto Salvo, via Roma (altezza Stazione), via Gagini e via Volturno (alle spalle del Massimo).

Visualizza a schermo intero

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.