Ztl: troppo traffico a Palermo, Orlando ci ripensa sulla sospensione :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

si decide lunedì

Ztl: troppo traffico a Palermo, Orlando ci ripensa sulla sospensione

di
20 Novembre 2020

Si allontana sempre di più l’ipotesi di sospensione della Ztl a Palermo. Secondo il Comune ci sono troppe auto che circolano nella zona a traffico limitato.

Secondo i dati, la media delle macchine che durante il lockdown ad aprile transitavano in via Roma è stata di poco superiore a 1700, contro le 37 mila dello stesso mese del 2019, le 20 mila del mese scorso e le 14 mila di questo mese.

In questo momento non ci sono le condizioni“, dice Leoluca Orlando inmerito la sospensione della Ztl.

La Giunta ha ricevuto ieri pomeriggio i dati relativi ai flussi veicolari all’interno della Ztl centrale dai tecnici dell’assessorato per la mobilità.

In particolare – spiegano dal Comune -, i dati mostrano come nei giorni feriali continui un costante afflusso, superiore addirittura (nei mesi di agosto, settembre e ottobre) a quello registrato nel 2018. Nel mese di novembre si registra una inversione di tendenza, ma il traffico si mantiene comunque elevato (con una media superiore ai 8.000 accessi nei giorni feriali) a conferma del dato tendenziale post-lockdown che vede un aumento del traffico e ben 19 giorni fra agosto e ottobre in cui si sono superate le 10.000 vetture”.

Da ciò – afferma il sindaco Orlando – emerge chiaramente che non vi sono in questo momento le condizioni per sospendere la Ztl, ma anche che i provvedimenti volti a limitare gli spostamenti (fra cui l’ordinanza contro lo stazionamento che è stata appena prorogata anche per questo fine settimana, ndr) stanno dando il loro risultato su diversi fronti. Abbiamo quindi chiesto un aggiornamento a fine settimana per decidere lunedì prossimo se sospendere o meno la limitazione all’accesso nel centro“.

L’assessore alla Mobilità Giusto Catania sottolinea:  “Gli uffici, in attesa che Arpa ci fornisca i dati sull’inquinamento, stanno monitorando costantemente i dati sul traffico, che costituiscono, come abbiamo sempre detto, uno dei parametri fondamentali per poter prendere provvedimenti che abbiano un serio fondamento ed una seria utilità per i cittadini”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

La “Maleducazione 2.0”

Se è vero che i tempi cambiano, anche le cattive abitudini educative diventano tecnologiche e "2.0": anche la maleudcazione, insomma, diventa "moderna"...

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin