26 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.28
Messina

Dal 23 giugno all'1 luglio

A Stromboli va in scena la Festa di Teatro Eco Logico [Programma e foto dell’isola]

23 Giugno 2018
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'

La vostra Patti Holmes è particolarmente felice di condurvi a Stromboli, l’isola di Iddu, il possente e sbuffante Dio che la domina e le ha rapito cuore e anima. Percorrendola a piedi si ha la sensazione di essere osservati e protetti da colui che tutto vede, il vulcano, di cui si sente la presenza in ogni luogo.

Questo meraviglioso lembo di terra adagiato nel mare e amato dagli dèi, che lo hanno ornato di ogni bellezza, dal 23 giugno all’1 luglio, vivrà la meravigliosa “Festa di Teatro Eco Logico“, nove giorni di eventi e incontri “a spina staccata”, senza l’utilizzo di energia elettrica. La manifestazione, nata nel 2013 e illuminata dal “sole o l’altre stelle” , fuochi e candele, è magico connubio di teatro, musica, danza, performance varie che vede, ogni anno di più, un pubblico sempre più numeroso accostarsi, in modo “altro”, alla misterica Stromboli.

Festa di Teatro Eco Logico Stromboli

Il fil rouge di questa V Edizione non potevano che essere le “Meravigliose Creature“, visto che si celebreranno i duecento anni dalla prima pubblicazione del Frankenstein di Mary Shelley, il più celebre romanzo gotico di tutti i tempi. Ma perché Frankenstein a Stromboli? Il motivo è che all’origine della creazione di questo straordinario libro c’è proprio, nel 1815, l’eruzione globale del Tambora, vulcano indonesiano, che produsse il tristemente famoso “anno senza estate”. A subirne gli effetti furono molti scrittori e poeti, tra questi proprio gli Shelley che si rifugiarono sul lago di Ginevra, dove Mary diede inizio alla scrittura del suo capolavoro. (A Stromboli, inoltre, probabilmente nella sua quarta parte, si ispirerebbe “Così parlò Zarathustra”che presenta alcune indicazioni geografiche che condurrebbero alla più prorompente delle sette sorelle eoliane. Nietzsche, d’altronde, in un quaderno del 1882, racconta di un suo viaggio in Sicilia e accenna più volte a un vulcano e ad un sentiero che lo percorre. Chiaro riferimento?)

Dopo questa digressione e ritornando al romanzo shelleyano, la cui prima edizione venne pubblicata anonima nel 1818, dovete sapere che lasciò molti lettori scioccati, perché cosa poteva esserci di più terribile della storia di uno scienziato pazzo che crea la vita? Che genere di persona poteva avere mai scritto una trama così spaventosa? Quando si scoprì che l’autore era una donna, la verità sembrò ancora più scandalosa della stessa storia.

A partire da questa premessa, questa “Festa” offrirà un lauto banchetto che metterà al centro, della riflessione e dell’intrattenimento, diverse “meravigliose creature”: da Pinocchio di Collodi a Galatea di Pigmalione di Ovidio, da Jessica Rabbit di Gary Wolf alla Lamìa di John Keats e all’Olimpia dell’Uomo della Sabbia di Hoffman. Tutti esseri sospesi tra l’inanimato e l’animato. Ma questo Festival “illuminante”, anche se privo di luce, è tante cose:

1)PROPOSTA DI RISPARMIO ENERGETICO
Lì dove non è strettamente necessario il consumo di corrente elettrica.

2) UN INVITO
Per artisti e pubblico, a riscoprire le antiche arti del teatro, della musica e della danza in una relazione immediata tra pubblico e performer, illuminati dalla stessa luce e senza il filtro di effetti speciali che dipendano dalla corrente elettrica.

3) EFFETTO SPECIALE
Quello di una ritrovata esclusività dell’evento dal vivo e, in particolare, nella relazione della performance con l’ambiente, i luoghi e le persone.

4) ARTE E NATURA
Che si esaltano reciprocamente in un dialogo armonioso e di mutuo arricchimento.

5) UN‘ISOLA SULL’ISOLA
Isola di disinquinamento acustico e di incontro senza filtri tecnologici con le antiche arti della musica, della danza e della parola ad alta voce, dove si esalta la presenza umana, dell’artista e del pubblico, nella performance dal vivo.

Adesso penetriamo tra le sue pieghe attraverso il ricchissimo programma.

 

Programma

Sabato 23 Giugno

Alle 17 – Sagrato della Chiesa di S.Bartolo
THE SEA OF TIME

Alle 21.30 – Terrazza Hotel Villaggio Stromboli
Serata di Inaugurazione

Domenica 24 Giugno

Alle 17 – Sagrato della Chiesa di S.Bartolo
THE SEA OF TIME

Alle 18.00 (luogo da definire)
Arcani maggiori

Alle 19.30 – Casa del Sole
La Favola del figlio cambiato

Alle 21.30 – Sagrato della Chiesa di S.Bartolo
#umani

Alle 23.30 (luogo da definire)
Io mi oro

Lunedì 25 Giugno

Alle 17 – Sagrato della Chiesa di S.Bartolo
THE SEA OF TIME

Alle 18 – Piazza S. Vincenzo
Le Cardamomo’

Alle 19 – Bar Ingrid
Frau holle

Alle 20 – (luogo da definire)
Mazzi legge Frankenstein

Alle 23.30 – Casa Carlotta
Corpora creata

Martedì 26 Giugno
Alle 17 – Sagrato della Chiesa di S.Bartolo
THE SEA OF TIME

Alle 17.30 – Libreria sull’isola
Come oro nelle crepe

Alle 19 – (luogo da definire)
Gallerano legge Frankenstein

Alle 20.30 – (luogo da definire)
Extra hominem

Alle 22 – (luogo da definire)
Io lavoro per la morte

Mercoledì 27 Giugno
Alle 17 – Sagrato della Chiesa di S.Bartolo
NEI PAESI DEI MOSTRI SELVAGGI

Alle 18 – Pensione La Nassa
CHI SONO IO

Alle 19.30 – (luogo da definire)
COME SEPOLTI DA UN SOGNO PROFONDO

Alle 21.30 – Anfiteatro Eos
Mandracchia legge Frankenstein

Alle 22.30 – Anfiteatro Eos
VIVE LA VIE

Giovedì 28 Giugno
Alle 17 – Sagrato della Chiesa di S.Bartolo
LABORATORIO ENEL GREEN POWER

Alle 18 – (luogo da definire)
TAMBORA L’ERUZIONE GLOBALE

Alle 19.30 – Casa del Sole
La favola del figlio cambiato

Alle 22 – (luogo da definire)
PROMETEO

Venerdì 29 Giugno
Alle 17 – Sagrato della Chiesa di S.Bartolo
LABORATORIO ENEL GREEN POWER

Alle 18 – (luogo da definire)
UNO STRAPPO NEL CIELO DI CARTA

Alle 19.30 – (luogo da definire)
DORA MAAR

Alle 22 – (luogo da definire)
Sansa legge Frankenstein

Sabato 30 Giugno
Alle 17 – Sagrato della Chiesa di S.Bartolo
LABORATORIO ENEL GREEN POWER

Alle 17.30 – (luogo da definire)
FRANKENSTEINWHO IS WHO?

Alle 19.30 – cimitero vecchio
PICCOLI FUNERALI

COMINCIA LA FESTA DEL FUOCO

Domenica 1 Luglio
Alle 17 – Sagrato della Chiesa di S.Bartolo
NEI PAESI DEI MOSTRI SELVAGGI

Alle 18 – (luogo da definire)
FRANKENSTEIN E LA SCIENZA TRA SETTE E OTTOCENTO

Alle 19.30 – (luogo da definire)
Donadio legge Frankenstein

Alle 21.30 – Mega’
PIGMALIONE E ALTRE METAMORFOSI

Per concludere, tappa obbligata è il Bar Ingrid, situato nella piazzetta di San Vincenzo, con vista mozzafiato, in cui potrete deliziarvi con cannoli, granite, brioches, buonissimi aperitivi, pizze e ogni genere di bontà. Questo ritrovo è stato chiamato così in onore della Bergman, l’attrice svedese che, compagna di Roberto Rossellini, vi girò “Stromboli (terra di Dio)”, film del regista, soffiato alla ex Anna Magnani che, a sua volta, girò, nell’altra isola eoliana, “Vulcano” di William Dieterle, prodotto dalla “Panaria Film” del Principe Francesco Alliata, scatenando la famosa “guerra dei vulcani” che ha dato il titolo all’omonimo documentario girato nel 2011 da Francesco Patierno che ripercorrere una vicenda che tanto incuriosì le cronache internazionali.

E che la Festa di Teatro Eco Logico abbia inizio.

(Fotogallery in alto a cura di Giusi Patti Holmes)

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.