7 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.37
Palermo

L’Istituto tra i primi 10 centri italiani per resezioni epatiche

All’Ismett di Palermo asportato tumore al fegato gigante in una giovane donna

17 Settembre 2019

Per anni aveva girato centri specialistici del nord e del centro del Paese, ma non era riuscita a liberarsi di quel gigantesco tumore al fegato che le rendeva la vita impossibile. La giovane madre di Termini Imerese alla fine è giunta all’ISMETT di Palermo dove è stata sottoposta ad un intervento di resezione epatica per rimuovere quella massa di 35 centimetri di larghezza e del peso di 8 chili. Ora la donna sta bene ed è stata dimessa nove giorni dopo l’intervento, ha comunicato il professor Salvatore Gruttadauria, direttore del Dipartimento per la Cura e lo Studio delle Patologie Addominali e dei Trapianti Addominali.

 Sono 1300 le resezioni epatiche eseguite complessivamente in ISMETT, con una media di cento resezioni l’anno nell’ultimo biennio. “La resezione epatica, che è la prima opzione di cura per numerosi tumori del fegato, consiste nell’asportazione chirurgica di una porzione dell’organo”, ha spiegato Gruttadauria.  “Interventi di questo tipo – ha aggiunto –  sono possibili grazie a una rete siciliana che coniuga l’attività di équipe multidisciplinari all’interno delle quali operano chirurghi, anestesisti, epatologi, radiologi ed endoscopisti”.

L’eccellenza del gruppo di ISMETT, formato prevalentemente da giovani chirurghi siciliani specialisti in chirurgia del fegato, è stata confermata anche da due importanti attestazioni ricevute nell’anno in corso: il riconoscimento dell’ISMETT come Centro di Riferimento Regionale per i tumori Epato-Bilio-Pancreatici (con decreto Assessoriale dello scorso 29 Maggio) e il posizionamento dell’Istituto fra i primi dieci centri italiani (su 60 censiti) per numero di resezioni epatiche eseguite con tecnica mini invasiva – laparoscopica, come riportato dal report di agosto 2019 del registro italiano per la chirurgia mini invasiva del fegato -I Go Mils.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.