19 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.22
Ragusa

LA PASSALACQUA PORTA LA SFIDA A GARA QUATTRO

Basket, Ragusa: la fortuna aiuta le audaci! Battuta Schio in gara tre

8 Maggio 2019

La Virtus Eirene Ragusa esce vincitrice dal match di gara tre di ieri sera, battendo Schio 67-62. Le ragazze di coach Recupido hanno fatto tesoro degli errori sanguinosi di gara uno,  piazzando i canestri decisivi nei minuti finali dell’ultimo quarto, in particolare con Romeo e Gianolla. La sfida è stata contraddistinta da una assoluta intensità difensiva di entrambe le squadre, con gli attacchi che hanno dovuto dare il meglio di sé a canestro.

Ragusa conduce il match per quasi la sua integrità, anche se non riesce mai ad imprimere l’allungo vincente sulla partita. La difesa di Ragusa è riuscita a  limitare le lunghe della Famila Schio, soprattutto sotto canestro. GrudaLavender (14 punti a testa) sono rimaste comunque un problema per tutto il corso della partita, anche se decisamente circoscritto rispetto all’emorragia di punti e rimbalzi subiti in gara due.

La partita rimane sul filo del rasoio per tutto l’ultimo quarto, con continui capovolgimenti di fronte e con una Schio che sembrava in grado di rifare l’impresa di gara uno. Allie Quigley porta avanti Schio per la prima volta nel match con una pesantissima tripla in apertura di quarto. Gara tre diventa improvvisamente un testa a testa in cui ogni punto, ogni scelta può essere decisiva. Recupido decide di tenere in campo Angela Gianolla e fa decisamente bene. Prima la tripla che riporta avanti Ragusa e dopo l’assist per Harmon che realizza dal pitturato e porta Ragusa sul +3. Da lì la sfida si indirizza definitivamente dalla parte della Passalacqua, con le ragazze di Recupido bravissime a far correre il cronometro e a portare a casa la sfida sul 67-62 finale.

Il recupero di Soli ha consentito  di avere maggiori alternative in fase di costruzione del gioco, concedendo a Romeo minuti preziosi di riposo che hanno permesso alla playmaker ragusana di essere più incisiva sia in fase di realizzazione sia nel mandare a canestro le sue compagne di squadra.

Si sono rivelate in giornata anche Daerica Hamby e Jessica Kuster, top scorer di Ragusa rispettivamente con 18 e 14 punti realizzati. Mentre la Hamby è sembrata in ripresa, rispetto al disastro di gara due, la Kuster è forse la giocatrice più in forma e più costante della Virtus Eirene, piazzando punti pesanti nei momenti decisivi di tutte le partite vinte da Ragusa durante i playoff scudetto.

La sfida scudetto si allunga così a gara quattro, prevista per giovedì alle 20.30 nel fortino del PalaMinardi. L’obiettivo della Virtus Eirene sarà quello di ripetere l’impresa fatta in semifinale contro Venezia anche se l’obiettivo non sarà affatto facile. Ci vorrà la migliore versione di Ragusa se si vuole battere questa Famila Schio ma, d’altro canto si sa, la fortuna aiuta le audaci.

 

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.