23 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.39

Il decreto firmato dal governatore

Birgi: Musumeci nomina una cabina di regia per salvare l’aeroporto di Trapani

24 Aprile 2019

Un comitato tecnico-istituzionale consultivo sulle possibili strategie di rilancio dell’aeroporto di Trapani Birgi. Lo ha nominato, con proprio decreto, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, che avrà anche il compito di coordinarlo.

Ne fanno parte, a titolo gratuito: gli assessori regionali alle Infrastrutture, Marco Falcone, all’Economia, Gaetano Armao, e al Turismo, Sandro Pappalardo; un rappresentante del Libero consorzio comunale e due sindaci della provincia di Trapani; il professore Vito Riggio, consulente del presidente della Regione in materia di trasporti; il presidente del Distretto turistico della Sicilia occidentale; il presidente della Camera di commercio di Trapani; il presidente e il direttore generale di Airgest, società di gestione dell’aeroporto. Il Comitato avrà la durata di tre mesi, entro i quali dovrà completerà la propria attività.

La volontà del governo regionale è quella di adoperarsi per il riordino del sistema aeroportuale dell’Isola, anche mediante la costituzione di almeno due società di gestione degli scali, intenzione già manifestata dal presidente Musumeci lo scorso 9 luglio, nel corso dell’incontro con i vertici delle società di gestione in atto operanti in Sicilia. In questa logica, anche il sindaco di Marsala, nei giorni scorsi, in ragione della grave crisi economica che interessa il territorio della Provincia, legata anche alla scarsa operatività dell’aeroporto “Vincenzo Florio”, ha condiviso la possibile soluzione di una gestione unitaria degli scali di Palermo e Trapani.

Abbiamo mantenuto – evidenzia Musumeci – l’impegno assunto nei giorni scorsi a Erice, in occasione degli Stati generali del turismo. Siamo convinti che la crisi economica colpisca non solo le attività imprenditoriali del Trapanese, ma anche quelle delle province limitrofe di Palermo e Agrigento e quindi dell’intero comprensorio della Sicilia occidentale. In questa logica, l’operatività dello scalo di Birgi costituisce un obiettivo irrinunciabile”.

“Il governo – continua il presidente – ha già proceduto a designare il proprio rappresentante nel Consiglio di amministrazione di Airgest. Prendo atto con soddisfazione che la società si è dotata finalmente di un direttore e che presto avrà anche un nuovo presidente del Consiglio di amministrazione. Nei prossimi giorni si procederà all’insediamento del Comitato e all’incontro con il sindaco di Palermo Orlando per affrontare il tema di possibili sinergie tra i due aeroporti“.

Leggi anche:

Trapani, Airgest: designati nuovo direttore e componente CdA Birgi

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Cosa vi sta capitando?

Il telefonino quale strumento “democratico” alla portata di tutti, dal Papa al migrante appena sbarcato. Ma credete veramente che chi muove le fila delle marionette potesse permettere la diffusione di “strumenti democratici” se non per altri fini che di democratico non hanno nulla?
LiberiNobili
di Laura Valenti

Cos’è il matrimonio?

Nel matrimonio è assolutamente sbagliato restare insieme a tutti i costi. Le liti possono essere campanelli di allarme prima del disastro e delle tragedie conseguenti a separazioni dettate dall’odio e dalla frustrazione.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.