9 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 22.37
Palermo

la denuncia dell'associazione comitati civici

Centro storico Palermo: perenni discariche mortificano le bellezze della città | Foto

12 Agosto 2019
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'

 

Guarda in alto le foto

Mentre dal palazzo del Comune vengono diffuse notizie sulla rinascita della città, sulle azioni decise verso chi sporca, sul rilancio della Rap, a cui viene confermata la fiducia per altri 15 anni, i cittadini increduli registrano con i loro occhi quotidianamente, giorno dopo giorno, ben altre realtà“, a denunciarlo l’associazione comitati civici Palermo.

E’ sotto gli occhi di tutti che fra le antiche strade del centro storico, a poche decine di metri da piazza Pretoria e dai Quattro Canti, vi sono “perenni discariche che mortificano da diversi anni un ambiente che dovrebbe essere tutelato e custodito con attenzione“, aggiungono dall’associazione. Queste vie sono attraversate continuamente dai turisti che affollano in ogni stagione la nostra città d’arte.

L’associazione comitati civici Palermo segnala, da almeno tre anni, la situazione in cui versano via degli Schioppettieri e via Livorno, trasformate in vere e proprie discariche, dove gente senza scrupoli e senza alcun rispetto riversa sfabbricidi, ingombranti, liquami, che hanno cancellato la bellezza dei luoghi. Dopo le segnalazioni, che hanno avuto almeno l’effetto di fare rimuovere l’anno scorso da via degli Schioppettieri una enorme e inutile cabina Enel, dismessa da tempo, nulla cambia, perchè nessuno ha la capacità di stroncare questi abbandoni illeciti.

Eppure si tratta di zone presidiate dalle Forze dell’Ordine – spiegano dall’associazione – vista la vicinanza con la sede dell’Amministrazione comunale. Le foto mostrano uno scenario di incredibile desolazione, che nessuno dovrebbe consentire. Se non si riesce a stroncare questi conferimenti illeciti, che si assicuri almeno la pulizia quotidiana, per evitare la vergogna di tanti turisti che camminano cercando di scansare percolato e cartoni, materassi e cassette di frutta, turandosi il naso per la puzza nauseabonda che sicuramente ricorderanno come caratteristica del nostro celebrato centro storico“.

Tag:
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.