17 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.56
Messina

frecciata del sindaco di Messina

De Luca festeggia l’assoluzione e punge Salvini: “C’è chi usa il rosario nei comizi, io ce l’ho nel cuore”

12 Settembre 2019

“Cercate il suo volto. C’ è chi usa il rosario in qualche comizio, c’è chi lo porta sempre con se e lo stringe sempre al proprio cuore. Io ho trascorso circa tre ore di attesa pregando con il mio inseparabile rosario ed ascoltando Giovanni Paolo II”. Così il sindaco di Messina, Cateno De Luca ha commentato l’assoluzione nei suoi confronti da parte della corte di Appello di Messina, che nelle scorse ha confermato la sentenza di primo grado e lo ha assolto dai reati di abuso d’ufficio e falso, prescritta la tentata concussione.

La sentenza riguardava vicende del cosiddetto “Sacco di Fiumedinisi“, risalenti agli anni tra il 2004 e il 2010.

E De Luca tra le righe del suo commento e della comprensibile soddisfazione per quella che ha definito la fine di “9 anni di calvario”, nel riferirsi all’attesa per il verdetto della corte, ha lanciato una frecciata che pare proprio indirizzata al leader della Lega, Matteo Salvini, con il quale a suo tempo sono volate parole grosse quando De Luca era stato definito “un impresentabile”.  

Al rituale del rosario che solitamente viene tenuto in mano dal leader leghista, De Luca ha risposto con la preghiera del “Cercate il suo volto”, che richiama la figura di Giovanni Paolo II ed evidenziando che “c’è chi usa il rosario in qualche comizio e chi lo porta sempre con se e lo stringe sempre al proprio cuore”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Cos’è il matrimonio?

Nel matrimonio è assolutamente sbagliato restare insieme a tutti i costi. Le liti possono essere campanelli di allarme prima del disastro e delle tragedie conseguenti a separazioni dettate dall’odio e dalla frustrazione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.