20 Marzo 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.59
Messina

il sindaco di Messina svela gli accordi per il 26 maggio

De Luca: “Non saremo più pisciatoio dell’Europa, sostegno unitario di Fi a Musolino”

13 Marzo 2019

Cateno De Luca si dice certo che alle Europee del 26 maggio riuscirà a vincere la scommessa della candidatura di Dafne Musolino in Forza Italia e annuncia il sostegno unitario della deputazione del partito azzurro alla corsa verso Bruxelles dell’attuale assessore della Giunta messinese.

“Con la candidatura di Dafne Musolino all’Europarlamento – spiega De Lucanon stiamo facendo un’operazione di carrierismo politico. Vogliamo avere a Bruxelles un tecnico, una persona competente di riferimento del territorio. A differenza di quanto accaduto sinora in tanti casi, non è un nome che la politica deve togliersi dalle scatole a livello regionale o nazionale come spesso accade e che per questo viene spedita alle Europee. Ho avuto prova già sul campo che questa scommessa si può vincere e non ho dubbi che sarà così e che la Musolino verrà eletta. Sogno una Sicilia più scollegata con lo Stato e più collegata con l’Europa. La verità è che allo stato attuale siamo diventati il pisciatoio dell’Euromediterraneo e non si può ancora andare avanti in questo modo. Per un periodo ci hanno inviato i soldi per abbandonare le campagne e le coltivazioni, allo stesso tempo hanno poi dato i soldi per fare in Africa le coltivazioni che già facciamo in Sicilia: oggi abbiamo prodotti da buttare perché i costi di produzione non sono competitivi rispetto a dove vengono prodotti e immessi nel nostro mercato. La conclusione del mio ragionamento è che se l’Europa non risolve la banalità dell’economia della porta accanto è inutile che si possa ragionare di un’Europa che possa avere un anima solidale e propositiva nei confronti di tutti i territori. La Sicilia e il Meridione sono usciti sinora ammazzati da questa strategia e da queste logiche dell’attuale Europa”.

Poi De Luca svela gli accordi politici con Forza Italia: “Ho già detto che la trattativa politica è stata condotta con il presidente Gianfranco Miccichè. Per il resto tengo a precisare che non ho discusso con Genovese, non so su quali fronti stia volando ed un tema che non mi appassiona e non mi riguarda. Ho parlato invece con Urania Papatheu e Matilde Siracusano, con Nino Germanà e Tommaso Calderone e con l’assessore Bernadette Grasso. Ho chiesto a tutti loro di dare un sostegno unitario alla candidatura di Dafne Musolino. Mi è stato risposto di sì e allora faremo una conferenza stampa tutti insieme tra qualche settimana per confermare il percorso condiviso intrapreso. Sono certo che manterranno l’impegno con Dafne Musolino, che sarà il candidato della Città e dell’intera Provincia di Messina”.

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

Wanted perde un uomo fondamentale

Il 10 marzo del 241 a.C. la battaglia delle Egadi metteva fine alla prima guerra punica cambiando la storia del Mediterraneo con la vittoria dei Romani sui Cartaginesi.