10 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.35
Messina

Messina riorganizza il servizio idrico integrato

De Luca: “Stop a 30 anni di precariato all’Amam, ecco le prime assunzioni”

5 Marzo 2019

“In risposta a certe organizzazioni sindacali che ci accusavano di aver fatto perdere posti di lavoro sono stati siglati i contratti per l’assunzione dei primi 12 lavoratori che hanno risposto al bando pubblicato il 31 dicembre scorso e abbiamo avviato anche i tre tirocini in collaborazione con l’Università di Messina”. Lo afferma il sindaco di Messina, Cateno De Luca riguardo all’Amam Spa (Azienda Meridionale Acque Messina).

“Cominciano a concretizzarsi – spiega De Luca – le azioni conseguenti alla concertazione del “SalvaMessina”, che ha permesso l’emanazione dei bandi per il reclutamento del personale in Amam Spa. Sono stati firmati i primi 12 contratti a tempo indeterminato con i lavoratori che sono risultati idonei a seguito delle selezioni per il reclutamento delle figure tecniche e amministrative dell’Avviso 1. Dal 1 marzo scorso, dunque, sono tornati in Amam gli ex dipendenti a tempo determinato in possesso della riserva di legge, che copriranno 12 delle 18 figure richieste nel bando pubblicato lo scorso 31 dicembre. I restanti 6 profili verranno reclutati a seguito di convenzione con la Direzione provinciale del lavoro, per completare la procedura di primo approvvigionamento delle risorse umane immaginato dai vertici di Amam, per rispondere alla fondamentale esigenza di dare ossigeno alla normale copertura del servizio idrico integrato, partendo dalla manutenzione di impianti e reti ma anche servizi di front office e segreteria, oggi, fortemente condizionati dall’esiguità di unità in pianta organica”.

Amam Messina

“Le azioni di Amam, peraltro – continua De Luca – in questi giorni stanno registrando anche l’avvio dei 3 tirocini retribuiti, progettati con l’Università di Messina, per i quali pure si sono concluse le operazioni di selezione e presto vedranno l’immissione al fianco dell’area tecnica di tre unità in possesso di competenze utili e innovative, che potranno dare nuova linfa alla capacità progettuale dell’Azienda e alle quali garantire al contempo una palestra di altissimo rilievo, per la natura, la qualità e la dimensione del servizio che Amam rende ogni giorno. Infine, nelle prossime settimane, si conosceranno anche gli esiti della procedura di selezione per l’attivazione delle collaborazioni coordinate e continuative richieste con gli avvisi di fine dicembre, in risposta ai quali, Amam ha ricevuto centinaia di candidature e che potrebbero iniziare l’attività prima di Pasqua. Infine si procederà all’assunzione delle ulteriori 10 unità a tempo indeterminato e per il quale bando sono arrivate migliaia di istanze. Due mesi fitti di lavoro, dunque, per dare seguito tempestivamente alle procedure concorsuali bandite a fine anno, secondo quanto previsto nel POT 2019-21 e, oggi, i primi risultati”.

Tag:
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.