21 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.15
Messina

Vinto il ricorso delle rete di laboratori

Il Tar sospende il Decreto sull’accorpamento dei laboratori di analisi

7 Dicembre 2016

Altra gatta da pelare per l’Assessore Baldo Gucciardi. Il decreto sull’accorpamento dei centri e laboratori di analisi cliniche che non giungono alle centomila prestazioni l’anno, tanto caldeggiato dal politico salemitano, ha ricevuto lo stop del Tar siciliano. Sospeso dunque  il decreto dell’assessore regionale alla Salute che imponeva l’accorpamento a tutti i centri e laboratori di analisi cliniche della Sicilia che non raggiungono le centomila prestazioni all’anno.

Niente pericolo di inadempienza dunque, per i centri di quelle dimensioni, per cui sarebbe scattata la decadenza dall’accreditamento e l’impossibilità di stipulare contratti con il sistema sanitario regionale.A sollevare la questione sono stati  alcuni laboratori di analisi che hanno presentato ricorso al Tar con gli avvocati Salvatore, Tommaso e Giuseppina Pensabene Lionti.  A sospendere l’efficacia del decreto ci ha dunque pensato la terza sezione del Tar siciliano, che continueranno a svolgere singolarmente il loro servizio.

Il decreto è del 6 ottobre 2016 e poneva il termine del 7 dicembre. Per i centri inadempienti sarebbe scattata la decadenza dall’accreditamento e l’impossibilità di stipulare contratti con il sistema sanitario regionale. I laboratori interessati, qualche centinaio, hanno prima protestato per la brevità del termine concesso e poi hanno presentato ricorso al Tar . Ora la terza sezione del tribunale amministrativo regionale per la Sicilia  ha sospeso l’efficacia del decreto dell’assessore consentendo così alle strutture di continuare a svolgere singolarmente il loro servizio. Successivamente il ricorso sarà esaminato nel merito.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.