20 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.59

Arriverà lunedì a Palermo per poi fare vari sopralluoghi

Infrastrutture e cantieri infiniti: due giorni di ispezioni del Ministro Toninelli in Sicilia

16 Novembre 2018

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli sarà lunedì e martedì prossimi (19 e 20 novembre) in Sicilia per un sopralluogo nei cantieri Rfi e Anas sulla tratta Palermo- Caltanissetta-Agrigento.

Lunedì sarà in mattinata nel cantiere Himera e poi a Scillato sulla A19 Palermo-Catania per visionare il viadotto Imera.

ToninelliSuccessivamente nel cantiere della SS640 Agrigento-Caltanissetta in località Ponte San Giuliano (CL) e poi al viadotto Morandi di Agrigento. Incontrerà ad Agrigento i prefetto e i sindaci dei comuni maggiormente colpiti dal maltempo.

Alla riunione sarà presente Calogero Foti, direttore generale della Protezione Civile Regionale. Martedì sarà nel Comune di Porto Empedocle, a Vicari e poi a Bolognetta sulla SS121 Palermo-Agrigento e in seguito nel Comune di Marineo per un sopralluogo su un tratto della SS118 colpito da alluvione.

Successivamente visiterà il cantiere “Anello ferroviario” in Via Emerico Amari a Palermo.

Alle 12.30 incontro nella sede della Regione Sicilia con il Presidente Nello Musumeci e poi nella sede della Direzione Marittima di Palermo. Alle 14,45 farà il punto della situazione con Rfi su anello ferroviario, passante ferroviario e tratta Palermo-Trapani e alle 15.30 con l’Anas su cantieri visitati e su altre iniziative.

A riceverlo nei due due giorni saranno i prefetti di Palermo Antonella De Miro e di Agrigento Dario Caputo.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.