14 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 15.31
Palermo

Parla il neo commissario provinciale dei salviniani

La Lega all’attacco di Orlando, Triolo: “Palermo soffoca per i rifiuti e lui pensa ad altro” | Video intervista

12 Luglio 2019

Guarda la video intervista in alto

La Lega va all’attacco del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, responsabile – a detta dei salviniani – di avere ormai voltato le spalle a Palermo per “pensare ad altro”. Il tutto, mentre il capoluogo siciliano e l’area metropolitana soffocano, sommerse da tonnellate di rifiuti.

A lanciare la sfida all’amministrazione Orlando è il nuovo commissario provinciale della Lega Antonio Triolo, che qualche giorno fa ha rilanciato la petizione per chiedere le dimissioni del primo cittadino di Palermo, già avviata nei mesi scorsi: “Riteniamo che i bisogni dei palermitani e le difficoltà non vadano in vacanza, per cui anche la politica non deve andare in vacanza. Orlando e la sua esperienza amministrativa sono fallimentari. Oggi a confronto con le difficoltà oggettive, il sindaco dimostra l’incapacità a risolvere i problemi. Dalle periferie al centro città, Palermo muore sotto il peso dell’immondizia. In una città normale non dovremmo affidarci a Santa Rosalia perchè ci liberi dall’immondizia. Che poi Orlando dica che è la mafia, la criminalità organizzata, che getta i rifiuti per strada, non è ammissibile”. 

“La situazione non migliora in provincia – aggiunge il commissario leghista – e voglio ricordare che alla guida della città metropolitana di Palermo c’è sempre Leoluca Orlando”. 

Triolo sottolinea inoltre come la Lega sarà presente il prossimo 19 luglio alla Fiaccolata in memoria di Paolo Borsellino e degli agenti della scorta trucidati in via D’Amelio: “Per me è un momento molto emozionante, anche perchè sono fra coloro che nel 1996 organizzarono la prima fiaccolata. La Lega è in prima linea contro la mafia. Parteciperemo anche con presenze importanti del partito nazionale, perchè è un tema che non interessa solo la Sicilia”. 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.