16 gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 17.55
M5S: "Fake news, Gigi Mangia va risarcito"

Le Iene smascherano i giornalisti andati via dal ristorante di Gigi Mangia

13 novembre 2017

Le Iene si sono occupate del “caso Gigi Mangia“, la recente vicenda che ha tirato in ballo il noto ristoratore palermitano, nel cui locale si sono presentati, prima delle elezioni regionali, lo stato maggiore del M5S e alcuni giornalisti nazionali.

In quell’occasione, secondo la ricostruzione dei giornalisti, Beppe Grillo e i suoi fidati collaboratori non avrebbero gradito la presenza dei cronisti e avrebbero detto a Gigi Mangia “o noi o loro“. Durante il servizio de Le Iene, i giornalisti, raggiunti dalla redazione di Mediaset, però, non sono stati in grado di fornire le prove di quanto da loro diffuso successivamente all’episodio.

Attraverso il loro blog, i Cinque Stelle ringraziano Le Iene, definendo gli articoli usciti su Il Messaggero, su Il Fatto Quotidiano e su l’Huffington Post come Fake News.

Che “l’Ordine dei giornalisti prenda immediatamente provvedimenti – scrivono i grillini – e che questi giornali risarciscano immediatamente Gigi Mangia dei danni subiti, riempendo di recensioni positive il ristorante di Gigi, preso di mira dai lettori  dopo le fake news.  In un ristorante dove – conclude il blog –  vi assicuriamo, tra l’altro, che si mangia benissimo e in cui la cosa più squisita è l’ospitalità“.

GUARDA IL SERVIZIO DELLE IENE 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita di Renzo Botindari
Il Mercatino delle Idee Usate
Ho curiosità di vedere i nomi dei grandi statisti inseriti nei collegi bloccati. Quali sono queste persone d’indubbio spessore, contenuto e alta moralità di cui la patria non saprebbe fare a meno? Spiegatemi perché in questo paese dove non esiste la meritocrazia e perché dobbiamo essere sempre o “sudditi” o “tifosi”, ma mai “protagonisti”?
Blog di Rosario Gianni Leone
Liceo in quattro anni: i pro e i contro della sperimentazione
Lo scorso 29 dicembre, suscitando molte meno polemiche rispetto al momento della approvazione ministeriale dello scorso agosto, il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato l'elenco delle scuole di II grado ammesse alla sperimentazione del liceo con un corso di soli quattro anni.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...