17 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.56
Palermo

ha contestato l'alleanza di governo con la Lega

M5S, procedimento disciplinare contro Forello: ‘Ha danneggiato l’immagine del Movimento’

29 Maggio 2019

Procedimento disciplinare da parte del Collegio dei probiviri del M5S per Ugo Forello, consigliere comunale ed ex candidato a sindaco di Palermo per il Movimento.

Forello, distintosi negli ultimi tempi per aver apertamente contestato l’alleanza di governo con la Lega e alcune scelte dei vertici Cinquestelle, sarebbe accusato di aver danneggiato l’immagine del Movimento, tramite dichiarazioni e comportamenti contrari agli obblighi assunti.

Solo lunedì, dopo i risultati delle Europee, l’ex candidato a sindaco aveva scritto: “I vertici del movimento siciliano e nazionale dovrebbero fare un esame di coscienza, riflettere sulla sconfitta e, probabilmente, fare un passo indietro. Così ci estinguiamo“.

Non mi interessa rispondere agli attacchi personali che ricevo giornalmente, ma dare il mio modesto contributo nel dibattito sul MoVimento e sul Paese – scrive sul suo profilo Facebook – Interrogarsi e riflettere sulla mutazione contenutistica e organizzativa, non per tornare indietro, ma per proiettare in avanti lo spirito iniziale“.

E conclude: “Un’altra strada è possibile. Se il M5S vuole non solo sopravvivere, ma rilanciare deve inventare qualcosa di nuovo: un’organizzazione politica che lotta per la giustizia sociale e l’ambientalismo coniugati insieme; trasparenza, legalità e partecipazione democratica”.

 

LEGGI ANCHE:

Palermo, nuovo strappo Forello-M5S: “Gli errori si pagano”

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.