13 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.47
Messina

Il sindaco ha notificato l'ordinanza alla Regione siciliana per la demolizione

Messina, ecomostro Seaflight, De Luca: “Da dieci anni nulla è cambiato”

13 Agosto 2019

Con un atto ufficiale che ordina entro il termine perentorio di 30 giorni dalla notifica dell’ordinanza, il sindaco di Messina, Cateno De Luca ha chiesto all’Assessorato regionale Territorio e Ambiente di rimuovere i corpi fabbricati pericolanti, mettere in sicurezza l’area per la libera fruizione dei cittadini e provvedere alla bonifica dei rifiuti giacenti.

Questa dell’ecomostro che deturpa il paesaggio, oltre a rendere insicura tutta la zona circostante è una vergogna che va avanti da oltre dieci anni. Nessuno si è mai occupato della vicenda. Stiamo provvedendo noi“, afferma Cateno De Luca.

Si ricorda – aggiunge De Luca – che la Seaflight spa, società di cantieristica ha dichiarato il fallimento nel febbraio del 1980. Dopo decenni, il 22 ottobre 2009 la Suprema Corte di Cassazione confermava il provvedimento o di demolizione senza diritto al risarcimento da parte del concessionario privato o, in alternativa, di acquisizione al patrimonio demaniale del manufatto“.

A distanza di anni – conclude il Primo cittadino – nulla di tutto ciò si è verificato e purtroppo l’ecomostro è ancora qui, indisturbato. Se trascorsi i termini previsti dalla legge nulla cambierà, ci faremo direttamente carico della sua rimozione e bonifica dell’area demaniale che sarà destinata a pubbliche utilità. Annuncio che grazie ai costi del canone concessorio, compenseremo i costi per la demolizione“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Non aprite quella pentola…

Vi sono diverse variabili che interferiscono con la comunicazione fra individui. Il livello di intimità raggiunto e il linguaggio del rifiuto utilizzato possono contribuire alla percezione distorta dei fatti e alla creazione di pregiudizi ed equivoci. Tutto dà voce a quei pensieri che sono fuori dalla consapevolezza.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.