23 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 13.20
Palermo

LE DICHIARAZIONI DEL CAPOGRUPPO PALERMITANO

Micciché attacca Salvini, Gelarda (Lega): “Lui è il vero esperto di prese per i fondelli dei siciliani”

26 Agosto 2019

Igor Gelarda, capogruppo della Lega al consiglio comunale di Palermo, commenta così l’attacco rivolto dal presidente dell’ARS Gianfranco Micciché, al leader leghista Matteo Salvini: “Il presidente dell’assemblea regionale siciliana è un esperto di prese per i fondelli. Una esperienza che, purtroppo, ha fatto sul campo e proprio sulle spalle dei siciliani. Solo che ormai i siciliani hanno compreso che di politici come lui non si possono fidare. E le ultime europee ne sono la prova.”

Matteo Salvini

Non c’è nessun cambio di rotta da parte del ministro Salvini,  – sottolinea Gelarda – che non ha mai detto no in linea di principio ad un governo Lega – 5 stelle . Salvini ha solo detto basta ai troppi no che non permettevano uno sviluppo e una crescita dell’Italia così come era previsto dall’accordo di governo e così come nel programma della Lega. Micciché se ne faccia una ragione, c’è chi finalmente in Italia si occupa della gente, che ne affronta i problemi comuni. E non vive realtà parallele come alcuni, tanti, politici siciliani cause del tracollo di questa isola e della fuga dei suoi giovani“.

Il capogruppo della Lega a Sala delle Lapidi identifica molte analogie fra il presidente dell’Ars e il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando: “Infine, vedo molte analogie nel modus operandi del presidente dell’assemblea regionale siciliana e il sindaco di palermo, il professore Orlando. Entrambi ormai al tramonto della loro attività politica, fallimentare in entrambi i casi secondo la maggior parte dei siciliani, riescono a ottenere un piccolo spazio mediatico solo attaccando chi sta cercando di risollevare le sorti dell’Italia“.

Per cui massima fiducia a Matteo Salvini che ha dimostrato Nei fatti di sapere cosa vuole per l’italia. Un minuto di silenzio per tutto quello che hanno patito I Siciliani a causa di politici del calibro di Miccichè“, chiosa Gelarda nel suo intervento.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

L’Urbanista e il Ghostwriter

Sono cinquant’anni che percorro le stesse strade nella stessa città e quello che da sempre mi salta in mente è la piena considerazione che non sono i fabbricati a cambiare, ma è la gente e soprattutto il loro modo di vivere.
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.