17 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.00
Palermo

dal 1° settembre sarà alla guida della Sovrintendenza del mare

Museo Riso: il bilancio della direttrice uscente Valeria Patrizia Li Vigni | Video intervista

26 Agosto 2019

Guarda la video intervista in alto

Da pochi giorni nominata alla guida della Sovrintendenza del mare della Regione siciliana, istituita nel 2004 da Sebastiano Tusa, Valeria Patrizia Li Vigni lascerà a breve, dunque, la direzione del Riso, Museo regionale d’Arte moderna e contemporanea di Palermo. Con lei abbiamo fatto il punto delle attività e dei risultati ottenuti in questi anni di gestione.

Insediatasi nel dicembre 2013, come ci dice nella video intervista, i percorsi battuti per incentivare la missione del Riso, ovvero sostenere, promuovere e divulgare l’arte contemporanea in Sicilia, hanno puntato sulla valorizzazione del “luogo fisico” e delle risorse artistiche messe in campo.

museo Riso

A fronte di un depauperamento delle risorse economiche ricevute, nel 2014 si è registrato un taglio dei contributi pari all’80%, arrivando nel 2015 alle richieste dei fondi europei per far fronte alle attività, i numeri della gestione Li Vigni registrano, dai dati elaborati e fornitici dalla direttrice stessa, una crescita significativa e sostanziale.

Partendo dal numero di visitatori si è passati dai 13.037, nel 2013, a 45.009, nel 2019 con un conseguente aumento di introiti da sbigliettameneto (dai 21.258,00 euro del 2014 ai 60.768,00 di quest’anno).

Tra questi margini si collocano, come sottolinea la Li Vigni durante l’intervista, “diverse mostre dal respiro internazionale, la volontà di rivalutare, dando il giusto lustro, grandi artisti siciliani, passando dagli investimenti sui giovani artisti inserti, più di trenta se ne contano, nell’archivio SACS e coinvolti, tra l’altro, in residenze nazionali e internazionali“.

La volontà poi di fare rete con altre istituzioni, legate sempre all’arte in generale, ha “prestato” il Museo alle aperture serali con concerti, eventi e spettacoli, aprendo l’istituzione alla città anche sotto un’altra veste.

Valeria Patrizia Li Vigni

Si parla di incremento anche in termini di “patrimonio” del Riso: più di trenta le opere donate, negli anni, che rimangono tra i lasciti di questa gestione.

Sinceramente penso che abbiamo realizzato tanto con poche risorse umane ed economiche – continua nell’intervista – il problema dei servizi aggiuntivi l’ho sempre fatto presente, fino alla fine, soprattutto perché avremmo potuto valutare ancora meglio le nostre risorse, ad esempio il Museo D’Aumale, perla di questo Polo, ancora poco conosciuto ma con delle potenzialità eccezionali, unico museo interdisciplinare che parla della Sicilia a 360 gradi“.

Non esclude, infine, tra gli altri progetti già avviati, possibili collaborazioni con la stessa Sovrintendenza del mare, che andrà a dirigere dal prossimo 1 settembre sul solco già ben tracciato da Tusa, “istituzione a cui guardano da tutto il mondo, con grandi e internazionali prospettive di lavoro. É un dovere – conclude la Li Vigni – della Regione siciliana“.

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.