20 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.59

è guidato da Luigi Genovese

Nasce un nuovo gruppo parlamentare Ars: ecco “Ora Sicilia”

20 Giugno 2019

È stato depositato all’Assemblea Regionale Siciliana il documento di costituzione del gruppo parlamentare “ORA – Sicilia“, al quale aderiscono i deputati Luigi Genovese, Luisa Lantieri e Daniela Ternullo.

Genovese proviene da Forza Italia, Lantieri dal PD e Ternullo era iscritta nel gruppo Popolari e Autonomisti (subentrata a Gennuso, suo referente politico sospeso per indagini in cui è coinvolto )

“A seguito di una fase di attenta analisi dell’attuale contesto politico regionale e nazionale, e in forza di una piena condivisione delle azioni fondamentali da avviare con l’obiettivo di imprimere un nuovo slancio ai lavori dell’Assemblea Regionale Siciliana, i tre parlamentari – si legge in una nota – hanno deciso di avviare un percorso politico slegato dalle logiche ‘centralistiche’ dei partiti nazionali e fondato sull’azione collegiale e l’unione d’intenti: presupposti necessari per la costruzione di un progetto rivolto, in via assolutamente prioritaria, all’interesse della Sicilia e dei siciliani”.

“I deputati aderenti al gruppo Ora Sicilia – prosegue la nota – procederanno nei prossimi giorni agli adempimenti propedeutici all’avviamento dell’attività parlamentare del nuovo gruppo, la cui costituzione verrà formalizzata nel corso della prima seduta utile. Il deputato Luigi Genovese è stato nominato presidente pro-tempore della nuova formazione parlamentare sino al momento in cui verrà ratificata ufficialmente l’elezione del capogruppo di Ora Sicilia”.

“Il gruppo parlamentare verrà presentato ufficialmente nel corso di una conferenza stampa che si terrà nei prossimi giorni presso la sala stampa dell’Assemblea Regionale Siciliana”, conclude la nota.

Su Facebook, Genovese ha motivato la sua decisione così: Lascio Forza Italia. Una decisione che ho maturato dopo un’attenta riflessione che si è protratta per molti mesi. Già nel marzo 2018, con il paese in pieno fermento post-voto, avevo auspicato per il partito un processo di sostanziale trasformazione che non si è mai concretizzato. Era necessaria l’apertura di un processo di dialogo inclusivo. Ma anche una profonda revisione del progetto nel suo complesso, a partire dalla condivisione di una linea chiara sul futuro dell’Italia e sul suo ruolo all’interno dell’architettura politica europea. Si avvertiva l’urgenza della creazione di nuovi spazi – non retorici ma reali – per i giovani. Speravo, pertanto, in un riposizionamento trasversale, un “upgrade” necessario che non svilisse i principi cardine di un partito che ha fatto la storia della politica italiana.

Le mie aspettative evidentemente non si sono concretizzate, ma tuttavia non mi sento di attribuire responsabilità specifiche. Piuttosto avverto l’urgenza di ringraziare i vertici nazionali e regionali del partito per avermi accolto in uno dei più importanti soggetti politici della storia del nostro paese. Auguro all’amico Gianfranco Micciché di contribuire ad un significativo rilancio di Forza Italia, che oggi all’Ars è rappresentata da personalità valide e dinamiche, colleghi con i quali ho condiviso un percorso fondamentale sul piano dell’esperienza. Ho imparato molto, aspetti non sempre positivi di cui in ogni caso farò tesoro per la vita.

Aderisco al gruppo parlamentare “ORA Sicilia”, un progetto politico che mi vede tra i fondatori insieme alle colleghe e amiche Luisa Lantieri e Daniela Ternullo. Da oggi, nel rispetto prioritario di chi ha deciso di accordarmi la sua fiducia nel novembre del 2017, triplicherò i miei sforzi nella convinzione che le prospettive dei siciliani possano essere davvero interpretate solo da chi antepone la Sicilia a tutto il resto, anche alle logiche strutturali e centralizzate dei partiti nazionali. La Sicilia, per la sua complessità, merita un interesse “verticale”, cioè un’azione politica mirata e quindi strutturata sulle sue caratteristiche. Questo è l’orizzonte a cui guarderemo da adesso in avanti, garantendo il nostro appoggio al presidente Musumeci e ad una visione politica che, sono certo, nel prossimo futuro saprà rispondere con maggiore efficacia alle istanze dei siciliani, dei giovani e di chi crede ancora nel riscatto della nostra terra”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.